Social sotto controllo a Capodanno

“I controlli verranno fatti non soltanto sulle strade, dove abbiamo già operato in questi giorni di Zona Rossa, ma anche online. Sappiamo che tramite richiami sui social, qualcuno sta cercando di individuare delle strutture dove riunirsi“. Così il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ai microfoni di Radio Capital, in merito ai controlli attuati per l’ultimo dell’anno 2020. “Noi faremo gli interventi necessari affinché non si ripeta ciò che è successo questa estate, quando le discoteche aperte e la partecipazione dei giovani si sono dimostrate terreno fertile per la diffusione del Covid. Bisogna assolutamente evitarlo”. La privacy è sacra, così come la tutela della popolazione. Pertanto, laddove si vengano a creare situazioni potenzialmente pericolose per la salute dei cittadini, è legittimo poter pensare di ‘aggirare’ la privacy per una buona causa: il più classico dei ‘Il fine giustifica i mezzi’.

di Stefano Ferrera31 Dic 2020 17:12