Seconde case a Natale: si può?

Tra deroghe, divieti e autocertificazioni, gli italiani si apprestano a “festeggiare” il Natale all’insegna della pandemia. Il decreto ha fissato i paletti entro i quali ci si potrà muovere dal 24 dicembre fino al 6 gennaio, proprio nei giorni considerati più a rischio per assembramenti e aggregazioni fuori controllo. Ad ogni modo, che l’Italia sia zona arancione (nei giorni 28,29,30 dicembre e 4 gennaio) o rossa (nei giorni 24,25,26,27,31 dicembre e 1,2,3,5,6 gennaio), saranno comunque concessi gli spostamenti all’interno della propria regione. Si potranno raggiungere case private ma una sola volta al giorno. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, esteso alle 7 il primo gennaio. A risentire maggiormente dei nuovi provvedimenti saranno bar e ristoranti, che resteranno chiusi dal 24 dicembre al 6 gennaio, con la possibilità di tenere aperto il servizio a domicilio o l’asporto. Durante l’intero periodo delle feste, inoltre, sarà sempre consentito raggiungere le seconde case, a condizione però che si trovino all’interno della regione di residenza.

di Stefano Ferrera21 Dic 2020 13:12