Resto a Ragusa! Non è originale ma almeno!!!

Finalmente c’è un’idea, non sappiamo bene quale sia ma almeno ci si mette in gioco, si agisce in quella che le royalties definiscono strategia di crescita.  Nell’ambito attività portate avanti dal Settore VI, il comune di Ragusa ha sviluppato un progetto a mezzo del quale si intende favorire e migliorare l’accoglienza e l’attrattività dell’offerta commerciale nel centro storico di Ragusa superiore, precisamente nell’asse viario di Piazza del Popolo, Viale Tenente Lena, Piazza libertà e via Roma. L’intenzione è quella, attraverso specifiche azioni ed interventi diretti, di incoraggiare
l’insediamento nel cuore della città di nuove attività di impresa commerciali ed artigianali. Questo obiettivo dovrebbe rientrare tra le politiche di promozione, riqualificazione e
rivitalizzazione del centro storico di Ragusa dell’Amministrazione Cassì, che intende, infatti,  avviare un progetto pilota denominato “Sto a Ragusa” (originale ) con l’intenzione di
stimolare l’interesse di imprese già esistenti e nuove, formate da inoccupati/disoccupati, attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto.

Ora l’idea di per se ha un senso. E’ un po’ come la legge su Ibla con le incentivazioni ma bisogna stare attenti. Occorre studiare e mettere delle regole, cercando di incentivare un quadro variegato di attività. Non vorremmo ritrovarci con 100 ristoranti in più e 100 bed and breakfast.  Poi occorrono spazi e  definire il tipo di aggregazione che si vuole. Insomma non sarà facile, ma almeno ci stanno tentando dopo essere stati al traino di vecchie idee ormai stantie.

di Direttore19 Nov 2019 17:11