Confesercenti chiama e il Commissario risponde. Rinviato il festival della birra

Registriamo l’intervento di Confesercenti su uno degli eventi inseriti nel
cartellone della stagione estiva 2019, promossa dalla
Commissione straordinaria del Comune di Vittoria. Secondo Marchi: “Un
festival della birra a Scoglitti è fuori luogo e inopportuno. Ci
affidiamo alla sensibilità della Commissione prefettizia”. “Chiediamo ai Commissari di annullare un evento – dice il presidente provinciale Marchi – che offende la memoria di Alessio e Simone, i cuginetti morti a causa di chi
si era messo alla guida sotto effetto di alcol e droga. In quei tre giorni
– continua Marchi – si riverseranno nella frazione balneare tantissime
persone che dopo avere bevuto, perché è questo, nei fatti, il senso
dell’evento, si metteranno alla guida dei loro veicoli con il rischio di
mettere a repentaglio la loro vita e quella degli altri. L’evento, inoltre,
costerà al comune ben 3000 euro. E’ un controsenso permettere una
manifestazione simile, specie dopo la riunione, lo scorso 14 giugno, del
Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica convocata dalla
Prefettura, durante la quale si era parlato dell’abuso di alcol, dei suoi
effetti dannosi sui minori e della necessità di salvaguardare con ogni
mezzo la vita dei giovani.
In seguito a questa opportuna presa di posizione la Commissione straordinaria, in considerazione della tragedia che ha colpito Vittoria, ha deciso di rinviare a data da destinarsi il Festival della birra, in programma a Scoglitti dal 2 al 4 Agosto.
“La tragica scomparsa di Alessio e Simone D’Antonio – dichiarano i
Commissari Filippo Dispenza, Giovanna Termini e Gaetano D’Erba –
impone una scelta che vada nel segno del rispetto e della memoria di
questi due piccoli martiri, che a dispetto della giovanissima età erano già
esempi di cittadinanza attiva e costruttiva per la rinascita di Vittoria”.

di Direttore20 Lug 2019 18:07