Domenica 9 giugno in viale dei Platani la prima “Wacky race”

  • Quattro (ma anche più o meno) ruote, un telaio, braccia per spingere, sudore, e, prima di tutto fantasia. Questi gli ingredienti delle “Wacky races”, le corse pazze, figlie di un cartone animato molto seguito negli anni ‘70 e ‘80 disputate da miniauto accomunate da una sola, fondamentale caratteristica, essere rigorosamente senza motore. Domenica 9 giugno, dalle 9,30 alle 17, in viale dei Platani saranno le protagoniste dalla prima “Wacky races”, promossa dalla parrocchia Sacro Cuore (Gesuiti) con il supporto del comune di Ragusa: vincerà chi avrà realizzato il miglior tempo, sfruttando al meglio la pendenza del percorso di gara, sicuramente molto “animato” per l’occasione. Le auto, senza limiti quanto a forma, dimensioni e materiale di costruzione (molto gradita l’intenzione di divertirsi e far divertire) prenderanno la rincorsa dalla parte alta della strada (incrocio con via della Costituzione) e sfrecceranno (o comunque proveranno a sfrecciare) fino alla parte bassa del viale, zona via Archimede. La Wacky races è aperta a chiunque voglia provare a realizzare un’auto molto particolare grazie alla collaborazione del Tischi Toschi Team. Per informazioni, rivolgersi alla segreteria della parrocchia: 0932/252861. “Ci confrontiamo – afferma il parroco don Marco Diara – con una sfida che non è una novità assoluta, perché in passato è stata tentata altrove, ma che di sicuro lo è per Ragusa: speriamo di coinvolgere il maggior numero possibile di appassionati . Abbiamo voluto provarci pensando a un momento di aggregazione, che dia modo di star bene insieme, fatto vivere attraverso iniziative dotate di senso e di spessore. Credo – conclude – che tutti saranno molto curiosi di vedere all’opera queste macchine frutto dell’ingegno, della fantasia e della creatività”.
di Gianni Papa29 Mag 2019 10:05