Presentato a Comiso il concerto della Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri

Al municipio di Comiso, conferenza stampa di presentazione per il concerto della Banda Nazionale dell’Arma dei Carabinieri, in programma il 3 agosto per l’anteprima della 23. edizione del Premio Ragusani nel Mondo: presenti il sindaco Filippo Spataro, il direttore della banda ten. col.  Massimo Martinelli, il direttore dell’Associazione Ragusani nel Mondo Sebastiano D’Angelo, il comandante provinciale dei Carabinieri ten. con Federico Reginato, il comandante della compagnia di Vittoria cap. Daniele Plebani e il comandante della locale stazione mar. Silvio Di Giorgio. Il sindaco Spataro ha definito la prima volta in concerto a Comiso della Banda “un evento prestigioso, anteprima del Premio Ragusani nel Mondo, che, nello stesso tempo, segna l’avvenuto cambio di passo per una Comiso che vuole ritornare ad essere una capitale di cultura nel territorio ibleo dopo gli anni del dissesto. Ospitare un evento di enorme spessore come il concerto costituisce motivo di indubbia, grande soddisfazione: la banda dei Carabinieri è un simbolo dell’orgoglio nazionale, perché non rappresenta solo l’Arma ma l’Italia intera, soprattutto all’estero”. Tre, per il ten. col, Reginato, i ringraziamenti da fare: “ al sindaco di Comiso che ha condiviso il progetto subito e senza riserve; al premio Ragusani nel Mondo che ha offerto alla banda e all’Arma un’importante occasione per esibirsi; infine al maestro Martinelli, che ha aderito con entusiasmo all’invito di tornare in Sicilia e in particolare a Comiso, adoperandosi per rendere possibile l’evento” Il direttore della banda ha ribadito il piacere, suo e del complesso, nel ritornare in una terra dove si può godere di profumi e sapori davvero unici: “inoltre, essere ospiti di una comunità laboriosa e gentile come quella iblea è un valore aggiunto di questo bellissimo territorio. Proprio per questo, in via eccezionale suoneremo ad agosto: la banda, nata quasi insieme con l’Arma, sarà al completo, con tutti i 102 elementi. Dopo il concerto a Comiso ci fermeremo qualche settimana, poi prepareremo l’esibizione di settembre a Mosca”. In chiusura, un soddisfatto (a ragione) Sebastiano D’Angelo ha evidenziato che “con il concerto, evento di valore e prestigio assoluti, il Premio Ragusani nel Mondo estende le sue radici nel territorio. L’unica esibizione concertistica della banda, farà vivere agli appassionati un momento eccezionale, di sicuro richiamo. Appuntamento alle 21,00 del 3 agosto in piazza Fonte Diana: per il premio sarà lo straordinario prologo di un viaggio che, dal 4 agosto,  continuerà a Ragusa”.

di Gianni Papa18 Lug 2017 15:07