Reteiblea

A Vincenzo Taranto (No al Doping) l’11. maratona “La Fidippide”: 2. Cristian Giorgi, 3. Carmelo Ursino. Tra le donne prima Margareth Maia Cotrin

A Vincenzo Taranto (No al Doping) l’11. maratona “La Fidippide”: 2. Cristian Giorgi, 3. Carmelo Ursino. Tra le donne prima Margareth Maia Cotrin
agosto 06
18:03 2018

L’undicesima edizione di “la Fidippide”, originale, quasi unica nel suo genere e  rigorosamente più a Sud d’Italia maratona all’antica di ideazione “ragusana doc”, ha riproposto il suo straordinario vissuto fuori dal tempo regalando ancora una volta intatto un profumo, intenso, ormai dimenticato fatto soltanto di sudore, ore scandite solo dai battiti del cuore, fatica e piacere di mettersi in gioco. Dall’Antica Stazione di Chiaramonte Gulfi alla casa di Montalbano a Punta Secca, dal preludio dell’alba al giorno fatto, nei suoi canonici 42,195 km ha rinnovato ad atleti e pubblico la completa immersione in un dove capace come pochi di offrire suggestioni diverse tra loro ma accomunandole con l’identico, enorme potenziale di fascino ammaliatore, puntando attraverso la voluta rinunzia a qualsiasi genere di supporto tecnologico ad esaltare l’essenza autentica dell’impegno agonistico dei partecipanti. I quasi duecento giunti al traguardo nei pressi della casa del più famoso commissario d’Italia, insieme con i tanti al via a Ragusa del gioioso fitwalking di contorno (di 30 km e di 16 km) per un totale di circa 400 concorrenti, hanno dato di nuovo ragione (piena) alla fatica degli organizzatori No al doping e Uisp territoriali col supporto dei comuni di Ragusa, Chiaramonte e Santa Croce, degli sponsor Conad S. Croce e Acqua Santa Maria e dei volontari che hanno garantito la sicurezza dei partecipanti. Sul podio , nell’ordine, il vincitore – premio Psaumide – Vincenzo Taranto (No al Doping) in 2h 49′ 09” (3′ 59” al km) davanti a Cristian Giorgi (2h 49’08”) e Carmelo Ursino  (2h 58’53”) entrambi dell’Apd Ultrarunning . Seguono Pietro Spanò (Tp),  Salvatore Gianchino (Vittoria), Giovanni Gatto (Vittoria), Sebastiano Failla (Sr), Andrea Garofalo (Rg), Santo Monaco (Rg) e Daniele Scollo (Mi). Undicesima e prima delle donne – premio Callipatera – la brasiliana Margareth Maia Cotrin (3h 16′ 29”): il podio femminile è completato da Cinzia Sonsogno (Capo d’Orlando) e Flavia Modica (Comiso). Premio Arkia Hybleo per l’atleta più anziano giunto al traguardo al palermitano Mario Lo Cicero.

Articoli simili