Reteiblea

Tv digitale, tecnici Rai Way a Chiaramonte

Tv digitale, tecnici  Rai Way a Chiaramonte
novembre 09
10:50 2012

ChiaramonteRiunioneComuneImportante riunione a Chiaramonte voluta dal Sindaco, necessaria per venire a capo della tante anomalie nella ricezione del segnale digitale. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato i funzionari di Rai Way, Roberto De Simone e Antonino Schiazzano, responsabili del controllo tecnico di qualità, sia gli antennisti che diversi cittadini hanno fatto presente come in più parti della cittadina il segnale televisivo delle reti Rai non arriva o è molto disturbato, al punto tale da impedirne una corretta ricezione.

Con i due funzionari di Rai Way, che si sono dimostrati disponibili a farsi carico della problematica, si è stabilito un confronto aperto e vivace, utile per mettere a fuoco i tanti disagi lamentati. Uno tra tutti: il mal funzionamento del ripetitore Rai di C.da Camparao che serve in modo esclusivo tutti gli utenti del versante est di Chiaramonte Gulfi. Alla fine della riunione si è dato corso ai rilevamenti del segnale televisivo in diversi angoli della cittadina, per meglio individuare i tipi d’intervento da porre in essere. Soddisfatto per l’esito dell’incontro il Sindaco Fornaro che ha seguito in prima persona la questione, proprio per dare ai cittadini la possibilità di usufruire del servizio pubblico: “ La Rai grazie alla presenza a Chiaramonte Gulfi, dei responsabili tecnici per il controllo qualità, ha dimostrato disponibilità per risolvere questo problema. Già da subito sono stati posto interventi concreti per una buona ricezione del segnale digitale. E i risultati positivi sono stati subito riscontrati. Non altrettanta disponibilità ha finora manifestato Mediaset che da tempo è stata sollecitata per ristabilire il segnale digitale del tutto assente. Più volte i funzionari del network privato hanno annunciato il loro arrivo a Chiaramonte Gulfi, ma nessuno li ha finora visti. Se entro pochi giorni non metteranno in essere i giusti rimedi per garantire ai nostri cittadini la visione di quei canali televisivi, studieremo altre strategie per venire a capo di questa incresciosa situazione”.

Articoli simili