Reteiblea

Svolta decisiva per l’aeroporto. No al bando per l’affitto.

Svolta decisiva per l’aeroporto. No al bando per l’affitto.
agosto 28
22:11 2018

Alla fine ci siamo riusciti. Non noi come giornalisti di Reteiblea e Teleiblea, che pure abbiamo dato una buona mano, ma noi gente comune che non poteva sopportare che l’aeroporto di Comiso, tanto amato e desiderato, andasse a gambe all’aria per le tante cattive azioni compiuta da …..chiunque sia stato. Insomma la manovra che ha visto scendere in campo  tante persone con autorevoli pareri giuridici ha fatto si che si bloccasse un tentativo di consegnare, armi e bagagli, l’intera struttura a chi, scusateci se insistiamo, in qualche modo, è il primo artefice della debacle. Questo lo diciamo da tempo ma si sa l’organizzazione catanese a Comiso era come il dogma della verità non poteva essere messo in dubbio. O ci credi per fede o niente. Cosa è successo dunque oggi pomeriggio. Il sindaco, al quale in molti hanno voluto dare  consigli legali e non. ha voluto prendere una decisione davvero coraggiosa. NO al bando, che poteva anche essere fatto su misura , per esempio, per la stessa SAC e invece si va avanti affiancando il management di Soaco con esperti puntando solo alla funzionalità dello scalo. Non sarà facile, sia ben chiaro, ma almeno ci proviamo. Noi siamo sicuri che senza la……. supervisione catanese, con i soldi che potrebbero arrivare, con una sana competizione e qualche buon contatto, Comiso potrebbe vivere in autosufficienza. Ci sarà tempo per approfondire intanto ecco la nota del comune di Comiso.

Si è tenuta nel pomeriggio di martedi 28 l’assemblea dei soci So.A.Co. Spa in aggiornamento alla seduta dello scorso 1 agosto. Sul tavolo la delicata questione della società di gestione dell’aeroscalo di Comiso, già da molti mesi in sofferenza finanziaria.  Il tavolo di oggi – presenti il management di So.A.Co Spa al completo, il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari e l’assessore al bilancio del Comune, Manuela Pepi, il collegio sindacale e l’avvocato Salvatore Nicolosi, quale liquidatore di Intersac Holding Spa- aveva il compito di
esprimere parere riguardo alla possibilità di indire una gara pubblica per l’affitto temporaneo di azienda, per ottemperare alla necessità di garantire l’operatività dello scalo casmeneo. “ Il mantenimento della piena operatività dell’aeroporto – dichiara il sindaco Maria Rita Schembari- è stato il motore trainante dell’intera assemblea dei soci, che ha discusso e ragionato sulla scorta dell’obiettivo comune di garantire la piena continuità dei servizi aeroportuali. Oggi,  rispetto alla situazione che si profilava fino al maggio scorso, le novità più salienti riguardano sia l’espletamento definitivo del bando per l’assegnazione di servizi all’interno dell’aerostazione, sia
l’imminente pubblicazione del bando per l’incremento dei flussi turistici che, in uno con il nuovo piano industriale e con il piano di ristrutturazione aziendale che So.A.Co. provvederà, entro tempi brevissimi, ad approntare e presentare ai soci, pongono la gestione sotto migliori e più rosee
prospettive. Il comune nominerà propri consulenti legali che, unitamente a quelli nominati da So.A.Co. e da Intersac, parteciperanno attivamente allo sviluppo delle soluzioni percorribili. Le nuove, recenti, valutazioni giuridiche , messe in campo hanno aperto nuovi scenari e dunque persino la possibilità concreta di verificare altre ipotesi, in alternativa al bando di affitto temporaneo di azienda, soluzione che – allo stato dell’analisi odierna – non appare praticabile. Si vaglieranno quindi altre ipotesi che garantiscano, in egual modo, l’immediato sostegno alla gestione dell’aeroporto che, nelle intenzioni concordi ed unanimi di tutti i presenti, deve mantenere senza
soluzione alcuna di continuità la sua operatività piena. Come sindaco – conclude la Schembari – sono soddisfatto del nuovo percorso intrapreso. Il comune, come detto, con il proprio consulente legale affiancherà i professionisti che hanno operato finora, per individuare le soluzioni funzionali alla salvaguardia degli interessi dell’Ente e del territorio tutto, nella consapevolezza delle irrinunciabili prerogative del Comune stesso, interessato tanto come socio di So.A.Co. quanto come proprietario dell’Aeroporto e concedente la concessione”.

Articoli simili