Reteiblea

A punta Braccetto, da martedì 21 agosto, le tre serate del “Camarina Film Festival”

A punta Braccetto, da martedì 21 agosto, le tre serate del “Camarina Film Festival”
agosto 07
17:32 2018

Ormai da qualche anno spostato dal Museo di Kamarina a Punta Braccetto, con riscontri comunque più che positivi, il “Camarina Film Festival si appresta a vivere l’ottava edizione: interamente dedicata al cinema “di casa”, come ribadito dai “sottotitoli” delle tre serate. Sempre guidata dal direttore artistico Pasquale Spadola,  ideatore della manifestazione, attore di lungo corso di teatro e di cinema, indiscusso “patron” della location in zona iblea, la rassegna “…a Braccetto col Cinema” prevede per “Il Cinema a Ragusa” nell’apertura di martedì 21 agosto, “Il male necessario”, diretto da Salvatore Dipasquale e Salvatore Provenzale, l’ultimo film di Marcello Perracchio. Con l’indimenticabile, straordinaria, icona del nostro cinema e del nostro teatro, Danilo Schininà, Carmen Frasca, Enrico Lalicata, lo stesso Pasquale Spadola, Frida Terranova, Giada Ruggeri e numerosi altri attori “di casa nostra”. Iblea doc anche la colonna sonora, composta e diretta da Peppe Arezzo. Mercoledì 22, per “Il cinema negli Iblei” toccherà a “Cristiano Ronaldo – Nessuno nasce infame”, diretto da Alessio Miceli, che ne è anche protagonista insieme con Vincenzo Ferrera, Totò Galanti e Anastasia Armenante. Terza e ultima serata, giovedì 23 agosto, per “Il Cinema nel Ragusano” con “Sara May”, di Marianna Sciveres, interpretato da Serena Autieri, Vanni Fois, Lucia Sardo, Biagio Barone e Barbara Tabita.  Ingresso libero per tutte le promozioni, in programma sempre dalle 21,30, a “Il largo delle Musica”- via Salina di Punta Braccetto, alle quali saranno presenti i registi (tranne Marianna Sciveres, impegnata nella lavorazione di un suo altro film,  che in origine avrebbe dovuto essere completato in tempo per la presentazione al Camarina Film Festival) e molti degli attori, che a fine proiezione incontreranno gli spettatori.  Nonostante il budget estremamente ridotto, amara nota ricorrente per tutto quanta riguarda le manifestazioni legate al cinema (vedi “Costaiblea Film Festival”, di cui Pasquale Spadola  è condirettore con Vito Zagarrio)  il direttore artistico, col supporto a vario titolo di “Associazione per Punta Braccetto”, Comune di Ragusa, Ass. Culturale “Teatro Aperto, Centro Servizi Culturali “Emanuele Schembari”, Associazione Culturale “Sikania”, Piccola Accademia e Banca Agricola Popolare di Ragusa, è riuscito nella non piccola, e tanto meno facile, impresa di assicurare la continuità ad un festival che ha già dimostrato nelle passate edizioni sia lo spessore dell’offerta sia, ancora più importante, il potenziale di richiamo e di coinvolgimento del pubblico.

Articoli simili