Reteiblea

Prendi il tappo e mettilo da parte. L’iniziativa della Nicita al fianco dell’associazione Oltre l’ostacolo

Prendi il tappo e mettilo da parte. L’iniziativa della Nicita al fianco dell’associazione Oltre l’ostacolo
marzo 14
12:51 2018

Prendi il tappo e mettilo da parte. E’ questo il messaggio lanciato dalla consigliera comunale Manuela Nicita, con Emanuele Aquila, durante un video su Facebook realizzato ieri e che ha già ottenuto migliaia di visualizzazioni. Assieme a loro anche Giampaolo Cocco dell’associazione Oltre l’ostacolo il quale ha spiegato cosa bisogna fare per contribuire a portare avanti una serie di progetti che, nella città di Ragusa, hanno già consentito di realizzare alcuni scivoli per disabili, tre per l’esattezza, l’ultimo dei quali in via Leonardo da Vinci, mentre un altro è pronto ad entrare in funzione a Giarratana e sarà inaugurato sabato. “Basta raccogliere i tappi di plastica di qualsiasi tipo di bottiglia, anche detersivi e quant’altro – hanno sottolineato Nicita, Aquila e Cocco – metterli da parte e, quando ne è stato accumulato un sufficiente quantitativo, depositarli presso la cooperativa Esistere nella sede di via Gaspare Spontini, a Ragusa, proprio di fronte al comando provinciale dei Vigili del fuoco. La cooperativa si occuperà, poi, di conferire gli stessi in una piattaforma speciale a Scicli cosicchè i tappi possano essere trasformati in un quantitativo economico da utilizzare per la realizzazione delle piccole infrastrutture”. Nicita e Aquila hanno invitato quanti più ragusani ad effettuare la raccolta di tappi di plastica così da dare una mano alla cooperativa e ai diversamente abili. “Ma non solo – aggiunge Cocco – in questo modo è possibile aiutare anche gli anziani, le donne in avanzato stato di gravidanza, le mamme con il passeggino. Dobbiamo dire che esiste una legge specifica che dovrebbe regolamentare la realizzazione degli scivoli per disabili. E, però, come succede spesso e volentieri, mancano le coperture finanziarie. Per cui anche gli enti locali, molte volte, si trovano con le mani legate”. E Nicita ha aggiunto: “Durante questa consiliatura, al Comune di Ragusa era stata istituita una speciale commissione per dare vita all’osservatorio civico sulle barriere architettoniche. E, però, la commissione ha avuto breve durata. Si è riunita soltanto una volta e basta. Davvero un peccato. Sensibilizziamo, dunque, la prossima amministrazione comunale, di qualunque colore essa sia, a tenere in debita considerazione questo aspetto delle barriere architettoniche coinvolgendo le associazioni di categoria ma anche e soprattutto i diversamente abili che potranno fornire i suggerimenti più opportuni per la realizzazione di piccole opere che però hanno una grande utilità. Ringraziamo anche l’associazione Ci siamo per avere contribuito, con il proprio sostegno, attraverso una serie di spettacoli teatrali, a fare in modo che i progetti in questione potessero concretizzarsi”.

Articoli simili