Reteiblea

Prende il via oggi il progetto che coinvolge 62 giovani in 3 progetti promossi dalla Fondazione San Giovanni Battista

Prende il via oggi il progetto che coinvolge 62 giovani in 3 progetti promossi dalla Fondazione San Giovanni Battista
novembre 08
13:36 2016

Un’esperienza che può cambiare la vita. Prende il via oggi per 62 ragazzi il servizio civile nazionale promosso con tre progetti differenti dalla Fondazione San Giovanni Battista.
I progetti sono “Passo Passo”, che opera nel settore educativo rivolto ai minori e che si svolgerà su 14 sedi parrocchiali della Diocesi; “Marhaban”, invece, vedrà protagonisti i giovani nell’assistenza ad immigrati e profughi su 4 sedi tra Ragusa e Comiso. Il terzo progetto si chiama “Tra culto e cultura” e sarà attivo nell’ambito del patrimonio artistico e culturale e si svolgerà su 8 sedi in ambito diocesano.
Tutti i volontari saranno presenti a partire da oggi e per un intero anno nelle sedi di destinazione.
“Il servizio civile nazionale – spiega Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – rappresenta una ricchezza inestimabile per il nostro territorio. In primo luogo perché permette di mettere in campo energia, entusiasmo e competenze a favore di moltissime persone, soprattutto bambini e stranieri. La presenza di questi volontari rafforza il lavoro delle parrocchie, degli uffici diocesani e dei Centri di accoglienza della rete nazionale per la protezione dei richiedenti e titolari di protezione internazionale Sprar. Non da ultimo, permetterà a questi giovani di sperimentare in modo molto stimolante le proprie competenze professionali e attitudinali. Sui progetti relativi all’accoglienza ai migranti ed alla valorizzazione del patrimonio artistico si abbiamo selezionato giovani con curriculum fortemente qualificati, competenze specifiche di rilievo ed esperienze pregresse significative”.
Tutti i ragazzi coinvolti forniranno il loro servizio per 30 ore settimanali. “L’augurio che rivolgiamo a tutti loro – conclude Solarino – è che possano vivere un anno intenso, ricco di significato e utile per la loro crescita ed il loro futuro”.

Articoli simili