Reteiblea

Pozzallo e Scicli. Operazione week end sicuro. 5 arresti

Pozzallo e Scicli. Operazione week end sicuro. 5 arresti
maggio 07
17:32 2018

I Carabinieri della Compagnia di Modica nel corso del week end hanno svolto una serie di servizi a largo raggio di controllo del territorio per garantire il corretto svolgersi della movida e contrastare i delitti contro il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti.
A Scicli nel tardo pomeriggio di ieri, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di evasione Emilijan KORRESHI, albanese, di 24 anni, già arrestato dai Carabinieri a fine ottobre per detenzione di diversi chili di marijuana. Nel pomeriggio di ieri il controllo serrato del territorio ha condotto a cogliere il giovane fuori casa, nella centralissima Piazza Italia, con un borsone pieno di abiti con i quali era già pronto a darsi alla fuga, per altri lidi, onde evitare di scontare la pena in Italia. Al termine delle formalità di rito è stato accompagnato presso la casa circondariale di Ragusa.

Nel corso della notte, a Pozzallo, i servizi di controllo intensificati su disposizione del comando Provinciale dell’Arma, hanno permesso di trarre in arresto in flagranza due soggetti per numerosi reati. La pattuglia della Stazione di Pozzallo ha intercettato un’auto sospetta con a bordo due uomini, e l’ha sottoposta a controllo di polizia. I due uomini si mostravano inizialmente restii al controllo ed alla perquisizione, mostrando agitazione. Condotti in caserma, uno dei due soggetti forniva inizialmente false generalità agli operanti tanto da indurli a sottoporlo ad ulteriore e compiuta identificazione con i sistemi basati sulle impronte digitali AFIS. All’interno degli slip di questi veniva trovato un involucro con all’interno circa 15 grammi di cocaina divisa in dosi, e pronta per essere spacciata. Al termine degli accertamenti si acclarava che l’uomo, di origine di Tremestieri etneo, fosse sottoposto agli arresti domiciliari da scontare nel suo luogo di residenze perché già arrestato in operazione antimafia e antidroga in Catania. Nel corso delle operazioni, oltre ad andare in escandescenza, è stato bloccato immediatamente dai Carabinieri che sono riusciti a fermare il suo tentativo di fuga, con grande fermezza e professionalità. I militari nel corso delle operazioni hanno riportato alcune lesioni guaribili in alcuni giorni. Terminate le operazioni, I militari hanno tratto in arresto Giuseppe TERNULLO, 29 ANNI, catenese, per i reati di detenzione di stupefacente, false generalità rese a pubblico ufficiale, violenza e resistenza ed evasione dagli arresti domiciliari. L’autista del veicolo, Umberto AZZARELLI, 27 anni, pozzallese, è stato arrestato perché oltre a possedere la cocaina in concorso con l’uomo, ne ha favoreggiato la latitanza. Al termine dell’attività i due uomini sono stati associati agli arresti su disposizione del Pubblico Ministero della Procura di Ragusa, dott.ssa Monego. La droga sequestrata verrà trasmessa al competete laboratorio analisi per le analisi quantitative e qualitative, ed immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 500 euro.

Le operazioni nelle città del territorio controllato dalla Compagnia di Modica continuavano con numerose perquisizioni personali e domiciliari svolte con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga dell’Arma di Nicolosi.
A Scicli, dalle prime luci dell’alba, le perquisizioni degli uomini dell’Arma hanno permesso di trarre in arresto due soggetti di origine tunisina per detenzione di hashish. Nella frazione di Donnalucata, in c.da Spinazza l’attenzione dei Carabinieri veniva attirata dal vivace andirivieni dall’abitazione di due tunisini. All’interno della casa, infatti, i due giovani venivano attentamente perquisiti e trovati in possesso di sue panetti di sostanza di tipo hashish per complessivi 160 grammi, ed un coltello per il taglio intriso di stupefacente. La droga già pronta per lo spaccio avrebbe fruttato circa 1000 euro immessa sul mercato della cittadina iblea. AL termine delle operazioni sono stati arrestati BEN NAOUARA Hichem, di 33 anni, e FEKIH Anis, di 30 anni, già noti alle forze dell’ordine. I due sono stati posti a disposizione del P.M. di turno della Procura di Ragusa agli arresti domiciliari.
L’attività denominata week end sicuro ha visto impegnati circa 40 uomini della Compagnia di Modica, impegnati in 25 servizi di pattuglia svolti in tutti i quadranti orari ed in ogni angolo del territorio, in aderenza alle disposizioni del Comandante provinciale dell’Arma di Ragusa.

Articoli simili

Commenti