Reteiblea

Postazione fissa ambulanza a Ibla, Anzaldo (Peppe CasSìndaco): “Trovata una soluzione, solleciterò vertici 118 per sopralluogo”.

Postazione fissa ambulanza a Ibla, Anzaldo (Peppe CasSìndaco): “Trovata una soluzione, solleciterò vertici 118 per sopralluogo”.
settembre 12
17:13 2018

Ieri, durante la seduta ispettiva del Consiglio comunale di Ragusa, l’assessore Giovanni Giuffrida ha risposto positivamente a una richiesta del consigliere di maggioranza Carmelo Anzaldo in merito alla individuazione, a Ragusa Ibla, di una postazione fissa per l’ambulanza del 118.
“Durante la seduta dello scorso 4 settembre – spiega Anzaldo – ho chiesto all’Amministrazione di adoperarsi per individuare, nel quartiere barocco, un sito dove poter allocare la postazione del 118 che, al momento, è stanziata presso l’ospedale M.P. Arezzo. Come sicuramente si ricorderà, l’ambulanza in passato aveva una sua postazione nei pressi dei Giardini Iblei, ma il locale di supporto è venuto meno per vi di una ridefinizione contrattuale del locatario. Per questo motivo si è dovuto procedere a un trasferimento presso i locali dell’ospedale che, però, è piuttosto lontano dal centro storico di Ibla, creando diverse perplessità soprattutto tra i residenti. Questo perché è noto che la tempestività di un intervento del 118 dipende anche dalla postazione da cui parte, pertanto è strategico che l’ambulanza si trovi già nel centro abitato. Da questa esigenza, dunque, la mia richiesta rivolta all’amministrazione”.
“L’assessore Giuffrida, ieri – aggiunge Anzaldo – mi ha comunicato durante l’assise, che l’Amministrazione ha individuato una possibile sede, in piazza Pola nei locali del Settore Centri Storici. Mi occuperò dunque di segnalare ai dirigenti del 118 quanto detto dal rappresentante della Giunta Cassì al fine di sollecitare un sopralluogo che permetterà di stabilire se questa sede è idonea o meno e, i caso di valutazione positiva, poter procedere con il trasferimento dell’ambulanza dall’ospedale al centro di Ragusa Ibla”.
“Rivolgo dunque un ringraziamento all’assessore Giuffrida e a tutta l’Amministrazione guidata dal sindaco Peppe Cassì – conclude Anzaldo – perché nell’arco di pochi giorni si è arrivati a una possibile soluzione per un problema che il quartiere di Ibla vive ormai da qualche anno”.

Articoli simili

Commenti