Reteiblea

Passo Marinaro, Migliore (Lab 2.0): “Dall’Amministrazione grillina atteggiamento discriminatorio contro i residenti di quella contrada”

Passo Marinaro, Migliore (Lab 2.0): “Dall’Amministrazione grillina atteggiamento discriminatorio contro i residenti di quella contrada”
settembre 21
11:11 2015

“Dal colpevole disinteresse per i problemi che i ragusani sono costretti a sopportare in alcune contrade e frazioni della nostra città, l’Amministrazione comunale è passata alla vera e propria discriminazione politica”. E’ la posizione del Laboratorio politico 2.0 espressa dal portavoce Sonia Migliore, a proposito dell’ormai noto caso di contrada Passo Marinaro, dove ormai da molto tempo i residenti, supportati anche dall’azione politica del Lab 2.0, protestano perché vengano risolti alcuni disservizi. “Già la maggioranza ha bocciato, in modo strumentale – dice Migliore – un nostro atto di indirizzo con il quale proponevamo un’azione di riqualificazione per risolvere soprattutto la grana del parcheggio selvaggio. Ci dissero che con il nuovo Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo il problema sarebbe stato risolto, ma così non è stato e i cittadini di quella zona si sono visti costretti a nuove rimostranza, che il Lab 2.0 è fiero di aver sostenuto. Per questo motivo abbiamo presentato altri atti di indirizzo che andranno in discussione in Aula consiliare lunedì prossimo”.
“Ma un Consigliere della maggioranza pentastellata – continua l’esponente del Lab 2.0 – accusandoci di far spendere inutilmente del denaro alla collettività e chiedendosi cosa mai ci possa essere di così importante a Passo Marinaro da impiegare un intero Consiglio comunale per discuterne, ha annunciato che non intende partecipare ai lavori d’aula. A nostro avviso si tratta di una presa di posizione assai grave sia nei confronti del territorio in generale sia nei confronti dei residenti di Passo Marinaro (come di qualunque altra contrada) perché non si è deciso di mettere a lavorare il Consiglio per un proprio capriccio, ma perché si tratta di problemi che investono l’intera collettività”.
“Abbiamo l’impressione che i grillini agiscono in base a simpatie personali – aggiunge – perché, stando a quanto si è visto durante questa stagione estiva, chi contesta l’Amministrazione viene del tutto ignorato, mentre chi loda Piccitto e la sua maggioranza ottiene quella cura che da Palazzo dell’Aquila ci si aspetterebbe nei confronti di ogni cittadino. Evidentemente si tratta del loro modo di far politica, non certo del nostro. Eppure, se pensate a tutte le manifestazioni estive, vi renderete conto che nella “elargizione” di copiosi contributi per tutte le borgate e le frazioni, da Punta Braccetto a San Giacomo, fino ad arrivare alla finale del concorso di bellezza “Miss Reginetta d’Italia”, è assente Passo Marinaro: l’unica ad essere stata esclusa, nonostante le richieste e le manifestazioni portate a termine dall’associazione dei residenti. Situazione spiegabile solo con la discriminazione se si considera che, invece, lo scorso anno, per Passo Marinaro erano stati previsti comunque dei contributi”.
“Ci siamo convinti che l’atteggiamento dell’Amministrazione comunale e del Consigliere che non vuole parlare di Passo Marinaro – conclude Sonia Migliore – altro non sono che un tentativo di punire quella frazione. Per noi è la conferma di come agiscono i grillini nella loro azione politica, premiando i buoni che li osannano e bocciando chi osa criticarli. Ma ci dovranno dare conto e ragione visto che parliamo di soldi pubblici e di cittadini tutti sotto il cielo di Ragusa e delle sue tasse”.

Articoli simili