Reteiblea

Passalacqua: da Schio con onore, adesso S. Martino nei quarti play off

Passalacqua: da Schio con onore, adesso S. Martino nei quarti play off
Mar 26
10:41 2018

Completata a Schio la fase a orologio (Round of Challenges) con una sconfitta molto onorevole e maturata soltanto nelle battute finali, dopo una gara piacevole ma chiaramente priva (a causa della posizione già ampiamente decisa per entrambe, come in pratica per tutte le altre, nella griglia play off) del pepe che ha sempre caratterizzato le sfide con la supercorazzata scledense, la Passalacqua ha finalmente potuto conoscere l’avversaria. Toccherà vedersela con S. Martino di Lupari, vincitore all’andata per un punto dopo una fantastica rimonta delle aquile da meno quattordici e sconfitto al ritorno di quattro: una rivale tosta, come dimostra la vittoria su Schio, e in chiaro progresso già da due stagioni. Come sempre accade nei play off, in cui si riparte (quasi) da zero e dove tutto è possibile, è molto difficile fare un pronostico: le “nostre” hanno il vantaggio di un’eventuale bella in casa, ma dovranno comunque mettercela tutta per lasciarsi alle spalle in quintetto di coach Abignente e passare al turno successivo contro la vincente del quarto tra Venezia e Torino. Se ne parlerà subito dopo Pasqua, con una settimana di attesissimo riposo sulle spalle, da utilizzare per oliare qualche ingranaggio e consentire il recupero da qualche acciacco che ha inevitabilmente condizionato il rendimento nelle ultime gare. Prima gara al PalaMinardi alle 20,30 (il 4 o il 5 aprile e  al meglio di tre o di cinque partite): tutto dipenderà dalla qualificazione di Venezia alla finale di EuroCup, Tornando a Schio, ferma restando la “non eccezionale” tensione agonistica delle due squadre, la Passalacqua si è difesa bene e avrebbe sicuramente meritato uno scarto minore: del resto aveva fatto ancora meglio a Venezia. La prova in entrambe le trasferte ha rappresentato un segnale di indubbia importanza nell’ottica del tentativo di conquistare (intanto) la quinta semifinale scudetto consecutiva sui cinque campionati di A1 finora disputati. Arrivarci segnerebbe aver tagliato il primo traguardo di una stagione molto difficile per vari motivi (infortuni, squalifiche, fatica per gli impegni europei ecc, sconfitta nell’Open Day al PalaMinardi), partita in salita e recuperata fin dov’era possibile con voglia e tenacia. Ma, sia chiaro, l’augurio (e la speranza) di tutti è che la semifinale costituisca soltanto il primo traguardo.. TABELLINO:   Famila Wuber Schio 78 – Passalacqua Ragusa  68 – PARZIALI: 21/18 – 21/19 – 19/14 – 17/17 – SCHIO: Yacoubou 26, Gatti 4, Miyem 17, Tagliamento 3, Masciadri 4, Anderson 5,  Zandalasini 12, Ngo Ndjock, Dotto 6, Macchi 1. Allenatore Vincent. – RAGUSA: Consolini 8, Gorini,4, Formica 2, Spreafico 5, Miccoli, Soli 2, Bongiorno, Hamby 23, Kuster 10, Ndour 14. Allenatore Recupido – ARBITRI: Wassermann di Trieste, Percocco di Ponzano Veneto e Colazzo di Milano

Articoli simili