Reteiblea

Palchi DiVersi al Castello di Donnafugata

Palchi DiVersi al Castello di Donnafugata
luglio 05
10:21 2018

La compagnia teatrale G.o.D.o.T. di Ragusa torna a grande richiesta per gli appuntamenti estivi con la nuova edizione di “Palchi DiVersi al Castello di Donnafugata”. E lo fa proponendo due classici imperdibili: “La casa di Bernarda Alba” in scena dal 25 al 29 luglio e “Edipo Re” in scena dal 22 al 26 agosto. A firmare la regia e le scene di entrambi gli spettacoli è Vittorio Bonaccorso che dirige la compagnia insieme all’attrice Federica Bisegna. Gli spettacoli vedranno protagonisti tutti i giovani attori che si sono formati nel corso degli anni alla scuola teatrale della compagnia.

Per il primo appuntamento, fissato per mercoledì 25, giovedì 26, venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 luglio alle ore 21,30 verrà proposta “La casa di Bernarda Alba”, uno dei capolavori di Federico Garcìa Lorca, una meravigliosa opera teatrale scritta in tre atti incentrata sul ruolo della donna e sulla sua sottomissione nella Spagna rurale degli anni trenta. Sul palco assieme all’attrice Federica Bisegna, che cura pure i testi e il riadattamento, gli attori della compagnia interpreteranno questo capolavoro cercando di trasmettere emozioni, soggezioni, desideri e, talvolta, anche conflitti interiori e inquietudini.

Il secondo imperdibile classico, che vedrà protagonista lo stesso Bonaccorso, programmato per i giorni mercoledì 22, giovedì 23, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 agosto alle ore 21,30, sarà “Edipo Re” di Sofocle, una tragedia ritenuta oltre che il suo capolavoro, il più paradigmatico esempio dei meccanismi della tragedia greca. Narra di come Edipo, re carismatico e amato dal suo popolo, in un solo giorno venga a conoscere l’orrenda verità del suo passato: senza saperlo ha ucciso il proprio padre per poi generare figli con la propria madre. Sconvolto da queste rivelazioni, che fanno di lui l’uomo maledetto dagli dei, il glorioso re reagisce accecandosi, abbandonando il tanto ambito titolo e chiedendo di andare in esilio. Il testo è tradotto, appositamente per lo spettacolo, da Maria Greco, docente  di greco e latino al Cutelli di Catania e brava scrittrice mentre le musiche originali di Pietro Cavalieri, noto compositore siciliano, accompagneranno la messa in scena de “La casa di Bernarda Alba”.

Articoli simili

Commenti