Reteiblea

Maratona “alla Fidippide” domani alle 5, dalla vecchia stazione di Chiaramonte a Kamarina

Maratona “alla Fidippide” domani alle 5, dalla vecchia stazione di Chiaramonte a Kamarina
Luglio 26
14:17 2012

FidippideAnche se ha solo pochi anni (la prima volta fu corsa l’8/8/2008 in coincidenza con l’inaugurazione delle Olimpiadi di Pechino), la maratona “alla Fidippide” è ormai diventata una tradizione.

Nella edizione di quest’anno, spostata a venerdì 27 luglio per coincidere con l’apertura dell’Olimpiade londinese, anticiperà di circa dodici ore l’accensione del braciere olimpico, dando vita ad un  simbolico passaggio del testimone da un profondo Sud d’Europa dalla vivissima impronta greca all’isola d’oltremanica. A distinguere la “nostra” dalle altre maratone l’ideale, forte riaggancio al passato, presente nello spirito che la ha motivata ed evidenziato dal modo “all’antica” di correre i 42,195 km: quindi una corsa senza cronometri, Gps, cartine, segnali stradali, barrette energetiche e qualsiasi altra dotozione di un moderno maratoneta. Solamente acqua e frutta, nel ricordo, e nel tentativo di imitazione, del gesto dell’emerodromo Filippide, che 2400 anni più tardi avrebbe ispirato la Maratona delle rinate Olimpiadi: una proposta-scommessa dall’irresistibile fascino  fuori dal tempo, che la rende unica al mondo. La maratona si snoda dalla vecchia stazione di Chiaramonte Gulfi fino al tempio di Athena a Kamarina (l’antica colonia greca, patria di vincitori olimpici come Parmenide e Psaumida), in una dolce, lenta, continua discesa tra le suggestioni  dell’altopiano e l’intrigante fascino del primo mattino sulla costa iblea. Secondo la tradizione la partenza è fissata alle 5: i migliori sono attesi al traguardo verso le 7,40. Sono stati due i successi stranieri, Mike Hewitt (Usa) e Prem Walewski (Polonia): per questa edizione, che sarà corsa da  podisti da tutta la Sicilia e varie parti d’Italia, partono favoriti il siracusano Nello Failla e il sudafricano-toscano Timothy Chaplin. Nel rispetto della tradizione anche i premi, coppa e  corona d’ulivo per il primo e la prima “Fidippide”: per gli altri (nessuna divisione in categorie) medaglia e diploma, rigorosamente uguali

Articoli simili