Reteiblea

Ma quanto vale un aeroporto?

Luglio 02
20:27 2013

aeroporto fronteDa qualche tempo si  parla della possibile vendita delle azioni dei nostri aeroporti. Ci sono delle precise disposizioni regionali che suggeriscono, appunto, agli  enti pubblici proprietari di quote delle società di gestioni di cedere le loro partecipazioni ricavandone fior di milioni da reinvestire sul territorio. Ma questi suggerimenti non piacciono a chi, al  momento, oltre alle quote, si trova a gestire una bella fetta di potere clientelare. Questo vale naturalmente per Palermo e Catania, un pò meno per Trapani e quasi per niente a Comiso. Dunque a chi  può convenire la vendita delle quote dell’aeroporto di Comiso? E’ difficile capirlo se non si fanno dei calcoli in prospettive future. Intanto dobbiamo attendere per vedere chi farà parte del nuovo CdA della Soaco. Il neo sindaco Spataro  ha deciso di non entrare nel CDA della Soaco ma dovrà fare buon viso a cattiva sorte, probabilmente, per quanto riguarda il presidente della società di gestione dell’aeroporto. Infatti accordi a livelli superiori garantirebbero la riconferma di Dibennardo ma ci sono altre cariche da ricoprire. La più ambita è quella di amministratore unico. L’appuntamento è per il 4 luglio ed in quella data si dovrà decidere cosa fare di Comiso.  Dobbiamo renderci conto che  c’è anche una legittima aspettativa di chi  fino ad oggi ha investito un bel po di milioni nella struttura. Recuperare una decina di milioni di euro facendo “utili” con il traffico aereo   sembra davvero un’utopia e quindi se si fanno avanti degli acquirenti, meglio se stranieri,  sembra davvero  l’occasione giusta per pensare a rientrare dall’investimento. Ma a noi cosa torna? Comunque ben poco in termini di soldi contanti che invece andrebbero nel conto della Intersac ma sarebbe invece interessante pensare a che tipo di sviluppo si vuole  ottenere. In altro articolo si legge che la Ryanair intende investire su Comiso facendolo diventare hub ma solo se si  abbassano i costi di atterraggio, le tasse etc. Tutto dipende allora da chi sarà il nuovo amministratore della Soaco e se vorrà accogliere, contrastando la SAC le richieste di Ryanair.  Secondo alcune indiscrezioni al vertice della Soaco potrebbe andare anche l’on Gurrieri, appena fuori dalla Cam Com e lui vede di buon occhio incentivazioni e sconti pur di far muovere la struttura aeroportuale.  Insomma con Ryanair che  gioca a f… compagno la situazione cambierebbe in favore di Comiso ma a danno di Catania. Ci stanno o no a Fontanarossa?

Articoli simili