Reteiblea

Lo scorso fine settimana incontro del Comitato Anticrisi Regionale a Palermo. Il sindaco: “Iniziata interlocuzione seria con grande distribuzione”

Lo scorso fine settimana incontro del Comitato Anticrisi Regionale a Palermo. Il sindaco: “Iniziata interlocuzione seria con grande distribuzione”
maggio 28
16:44 2018

Si è tenuta venerdì scorso a Palermo, nella sede di Palazzo d’Orléans, una riunione del Tavolo anticrisi sull’agricoltura. Il tavolo è stato istituito dal presidente della Regione Nello Musumeci per fare il punto sulla crisi del settore agricolo. Presenti all’incontro, oltre al presidente Musumeci, l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera, il sindaco Giovanni Moscato, in rappresentanza dei comuni della fascia trasformata, gli esponenti del comitato Anticrisi e di altre sigle, esponenti delle associazioni di categoria e del consorzio orticolo del Sud Est Sicilia.

“L’incontro di Palermo – spiega il sindaco – ha avuto come oggetto principale il rapporto tra produttore e grande distribuzione organizzata. Il presidente Musumeci, attento alle istanze del territorio e alle sollecitazioni del comitato Anticrisi, ha convocato i responsabili regionali delle grandi catene di supermercati presenti in Sicilia. Si è trattato di un confronto importante per capire sia i problemi riguardanti la differenza di prezzo tra acquisto dal produttore e rivendita al consumatore, categorie queste che rappresentano l’anello debole della filiera, sia per chiedere delle azioni volte alla tutela e alla valorizzazione del nostro prodotto, spesso bistrattato. La grande distribuzione ha condiviso le richieste di cui ci siamo fatti portavoce, in particolare sulla possibilità di stringere un patto etico capace di organizzare la filiera e soprattutto per garantire un prezzo ai produttori che permetta loro di fare profitto e non creare debito come oggi. Si è anche parlato di programmare la campagna agraria in modo da coordinare l’offerta agricola in base alle esigenze del mercato e del consumatore. Sul tavolo anche la possibilità di avviare azioni di promozione del nostro prodotto e, al contempo, di avere una maggiore trasparenza grazie a un marchio di certificazione siciliano che indichi la provenienza della merce e la sua qualità. Chiaramente si tratta dell’inizio di un percorso e i risultati tangibili si potranno vedere nel corso del tempo ma, per la prima volta, la Regione Siciliana ha avviato un’azione netta e decisa a tutela dell’agricoltura siciliana e nelle prossime settimane il presidente Musumeci incontrerà il presidente dell’Inps Tito Boeri. Soltanto con l’unione tra produttori, associazioni e istituzioni territoriali si può ottenere attenzione per la gravissima crisi del comparto”.

Articoli simili