Reteiblea

La Passalacqua cade al Palaminardi. Ora si gioca tutto nella gara di sabato

La Passalacqua cade al Palaminardi. Ora si gioca tutto nella gara di sabato
aprile 27
09:36 2018

Ragusa lotta, corre, si batte con grande intensità in difesa, ma alla fine deve cedere in gara 3 a Venezia, che si porta nuovamente in vantaggio nella semifinale playoff scudetto e che domani sera alle 20,30, nella sfida di scena ancora al Palaminardi di Ragusa, avrà a disposizione il primo match point per accedere alla finale scudetto. La squadra di coach Recupido ha pagato certamente le scarse rotazioni imposte dalla rinuncia forzata a Jessica Kuster, che nella vittoriosa gara 2 a Venezia aveva rimediato una botta alla gamba e le cui condizioni sono tuttora in fase di valutazione da parte dello staff medico, ma si era comunque presentata in campo con grande grinta, cercando di sopperire in tutti i modi all’assenza della giovane straniera, dando vita ad un match dei più combattuti e all’insegna dell’equilibrio come è ormai radicata consuetudine per i play off. Alla fine, dopo tre tempi molto altalenanti,  è venuta fuori Venezia che nel momento più importante ha trovato le giuste giocate in attacco, tali da portare la squadra di coach Liberalotto sul +9. Chiara Consolini e compagne hanno provato a ricucire con grande tenacia,  riuscendo a portarsi sul -2, ma la fatica si è fatta sentire facendo sì che la benzina finisse solo qualche metro prima del traguardo (63-71 il punteggio finale). Per coach Gianni Recupido “sicuramente anche oggi abbiamo fatto una buona partita; è chiaro che la mancanza di Kuster è stata un’evidente difficoltà. Ma queste cose nello sport capitano, per cui a noi toccava di reagire e devo dire che questa reazione c’è stata. Venezia è stata brava a sfruttare le nostre debolezze, mettendo grande pressione, e venendo fuori nel momento decisivo; questa volta con Little che ha trascinato Venezia quando noi avevamo recuperato. La partita è andata ad ondate, e se avessimo avuto un po’ di costanza in più e di pazienza soprattutto nell’attaccare, magari staremmo a commentare un risultato diverso. Alle ragazze non posso rimproverare nulla perché hanno offerto una buona prestazione. Domani sera ci riproviamo, e scenderemo in campo decisi a portare Venezia a gara 5”. Si torna in campo domani sera 28 aprile, sempre al Palaminardi, alle ore 20,30. Eventuale gara 5 è in programma lunedì 30 a Venezia.

Articoli simili