Reteiblea

La Cna denuncia l’abusivismo che schiaccia le imprese di Vittoria

La Cna denuncia l’abusivismo che schiaccia le imprese di Vittoria
ottobre 16
11:17 2012

IlpresidenteCnaVittoriaIl presidente della Cna di Vittoria, Giuseppe Santocono, ed il responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio, denunciano l’eccessivo abusivismo a Vittoria. Le imprese che operano nella legalità sono stanche di vedersi rubare il lavoro sotto gli occhi da chi non versa tributi e contributi, non conosce cos’è l’Iva, la Camera di Commercio, l’Inps, l’Inail, la legge sulla privacy, la normativa sulla sicurezza.

«Questo problema – aggiungono i due – c’è sempre stato e la nostra organizzazione più volte l’ha messo in piazza pubblicamente. Ora, con la crisi attuale, il fenomeno sta raggiungendo dimensioni non più sopportabili. Edilizia, acconciatura, commercio i settori più bersagliati. Ci sono pochi controlli e questi stessi riguardano, paradossalmente, le attività che operano in regola. Una duplice beffa: subire la concorrenza sleale ed essere sottoposti a controlli». Secondo Santocono e Stracquadanio la misura è colma: «Il fenomeno, grazie anche alla crisi, rischia di raggiungere dimensioni non più “governabili”, minando alla base il tessuto produttivo sano già schiacciato dalla mancanza di accesso al credito. Stiamo pensando di avviare iniziative di concerto con Polizia Municipale, Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate, allo scopo di stanare le irregolarità nel settore dell’artigianato e tutelare quindi chi lavora onestamente ma viene percepito come evasore».

Articoli simili