Reteiblea

Inizia ora la formazione dei ragazzi selezionati per il progetto Passo Passo”

Inizia ora la formazione dei ragazzi selezionati per il progetto Passo Passo”
aprile 01
15:53 2014

Questa mattina nella sede della Fondazione San Giovanni Battista si è tenuto il primo incontro per i ventidue giovani impegnati nel progetto di Sevizio civile “Passo passo”. Da oggi, per un intero anno i ragazzi selezionati offriranno il loro operato in diverse parrocchie della Diocesi di Ragusa, attraverso attività rivolte ai bambini e ai giovani.
Un incontro di formazione che ha previsto anche il saluto e un augurio speciale da parte del Presidente della Fondazione San Giovanni Battista, Tonino Solarino.
“Questi ragazzi – spiega Solarino – hanno superato nei mesi scorsi la fase, non sempre piacevole, della selezione. Da questo momento, però, si cambia genere narrativo. Adesso si parte con la fase stimolante della formazione, della relazione e delle attività sul campo. Vorrei che all’interno di questo gruppo si creasse una buona relazione di vicinato in grado di rendere proficue tutte le attività previste dal percorso di servizio civile. Auguro ai nostri ragazzi che questa esperienza non sia consumata come tante altre, ma che ne venga gustato a pieno il sapore. Inoltre un pensiero ai giovani che incontreranno nelle parrocchie durante lo svolgimento delle attività: che possano riconoscere in ognuno di loro, un adulto significativo. L’augurio per tutti è di avere la capacità di trasmettere una luce nuova in tutto ciò che si fa e in ciascuno dei luoghi dove si svolgerà il servizio”.
“Questi dodici mesi – spiega Domenico Leggio, selezionatore e formatore per il Servizio Civile – vedranno i nostri giovani protagonisti di un’esperienza importante. I ragazzi impiegheranno il loro tempo per creare circuiti di benessere per tanti altri giovani inseriti all’interno delle parrocchie. Le domande sono state oltre 220 e i selezionati solo i 22 oggi presenti. Dunque questi volontari in servizio hanno una grande responsabilità, non solo per la delicatezza del ruolo che svolgeranno, ma  anche nei confronti di chi, altrettanto valido, non è rientrato nella graduatoria. Durante questo anno, oltre al servizio è prevista una formazione generale e una specifica su molteplici aspetti: gestionali, normativi, relazionali”.

Articoli simili