Reteiblea

Impianto rifiuti pericolosi a Scicli, dopo la sentenza del TAR possibile ricorso al CGA

Impianto rifiuti pericolosi a Scicli, dopo la sentenza del TAR possibile ricorso al CGA
gennaio 05
17:55 2017

Già da qualche giorno siamo a conoscenza della sentenza del TAR che annulla i decreti di revoca dell’autorizzazione emessi dall’assessorato regionale al Territorio e Ambiente alla Acif per l’ampliamento del sito di trattamento e recupero di rifiuti pericolosi e non in contrada Cuturi, a Scicli.
Fermo restando il rispetto per l’operato della magistratura amministrativa, rimaniamo delle nostre convinzioni: questo percorso autorizzativo, che contiene tutta una serie di lacune, meritava la richiesta di revoca da me già avanzata da tempo e accolta dalla Regione Siciliana.
Appresa la notizia della decisione del TAR, ho già avuto la possibilità di confrontarmi sull’argomento con l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce. Lunedì scorso, intanto, in Assessorato, è stata avviata una verifica da parte dei responsabili dell’ufficio competente valutare le possibili azioni a disposizione della Regione.
Il ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa, al momento, sembra la strada immediatamente percorribile.
Su questa materia, lo assicuro, l’attenzione è alta e non si lascerà nulla di intentato.

Articoli simili