Reteiblea

Esito incontro in Prefettura su emergenza criminalità in zone di confine

Esito incontro in Prefettura su emergenza criminalità in zone di confine
aprile 16
17:54 2016

Si è svolto oggi in Prefettura, coordinato da S.E. il Prefetto Maria Carmela Librizzi, un importante vertice tra le forze dell’ordine, il Sindaco di Modica ed il vicesindaco di Ragusa avente come tema la recrudescenza degli episodi criminosi nei territori di confine tra i due Comuni. Quindi sotto la lente di ingrandimento le contrade Monte Margi, Bussello, Cinquevie, S.Giacomo Bellocozzo, Barato Accaputo, Girlanda, Balata di Modica e S.Martino. Zone rurali ma densamente abitate e dove forte è la presenza di aziende agricole che negli ultimi tempi hanno più volte sollevato il problema dell’emergenza criminalità L’ultima volta esattamente un mese fa, il 15 marzo, nel corso dell’incontro di Cinquevie al quale parteciparono le istituzioni modicane, rappresentate dal primo cittadino e dal comandante della Polizia Locale. “Abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di Ragusa – commenta il sindaco Abbate accompagnato dal comandante Cannizzaro – una maggiore collaborazione nella lotta alla criminalità nelle zone rurali. Già da qualche tempo i nostri uomini della Polizia Locale svolgono i doppi turni per garantire un pattugliamento più costante delle contrade in questione, molte delle quali in territorio ragusano. E’ chiaro però che non possiamo occuparci stabilmente anche di territori che non ci appartengono. Ragusa dispone di un numero triplo rispetto al nostro di Polizia Locale e quindi auspichiamo che il Comandante del Corpo, di concerto con l’Amministrazione, possa dedicare una pattuglia in esclusiva alle zone rurali in questione. Noi continueremo a fare il nostro ma è auspicabile un aiuto anche dal Comune limitrofo. A S.E. il Prefetto, che ringrazio per la costante sensibilità mostrata, ho chiesto anche informazioni sul lavoro dei loro tecnici per l’installazione delle telecamere di videosorveglianza, come già stabilito nel corso dei numerosi sopralluoghi effettuati nei mesi scorsi”.

Articoli simili