Reteiblea

Dimissioni assessore Campo, Lab 2.0: “E’ il sindaco che deve chiarire”.

Dimissioni assessore Campo, Lab 2.0: “E’ il sindaco che deve chiarire”.
novembre 13
16:26 2015

Il commento del direttivo del Laboratorio politico 2.0:

“Come sempre i grillini ci lasciano basiti. L’assessore Campo si è dimessa travolta da quello che qualcuno ha già definito uno scandalo e cioè per le presunte pressioni effettuate dallo stesso assessore per confermare l’assunzione del marito presso una cooperativa che ha dei servizi in convenzione con l’ente pubblico. Una vicenda sulla quale nei giorni scorsi abbiamo presentato un’interrogazione proprio per chiedere chiarezza da parte dell’Amministrazione comunale. E cosa fa il sindaco Piccitto? Nel prendere atto delle “irrevocabili dimissioni” della Campo, cioè di un assessore che avrebbe assunto un comportamento non certo ortodosso, il primo cittadino si dice “fiero di aver lavorato finora” con l’assessore Campo e dice anche di essere sicuro che lo stesso assessore saprà chiarire la propria posizione dimostrando di essere estranea alla vicenda. Evidentemente anche lui, che ha accolto le dimissioni della Campo, non ha al momento la certezza dell’estraneità del suo ex delegato. Ma, come ben dice, sarà la Campo a spiegare ogni cosa. Quel che ci sorprende, in questa assurda vicenda, è che dovrebbe essere proprio il sindaco a chiarire ogni cosa. E’ lui il capo dell’Amministrazione pubblica ed è lui che deve spiegare a tutti perché, nel nuovo appalto vinto dalla nuova cooperativa, l’unico lavoratore che è stato assunto, tra quelli che lavoravano in precedenza in questo servizio, è proprio il marito dell’ex assessore Campo. La Campo potrà pure dimostrare di non essere coinvolta, ma di certo il sindaco non poteva non sapere. Oppure dobbiamo pensare che non parla con i suoi stessi uffici, con i suoi dirigenti, oppure, e sarebbe ancora più grave, amministra con le fette di prosciutto sugli occhi? Deve essere lui, e non la Campo, a chiarire ogni cosa e deve farlo pubblicamente in Consiglio comunale. Fino a ora, le sue personali considerazioni sul mandato della Campo non servono a nessuno. La città chiede chiarezza e, a quanto sembra, anche i vertici nazionali e regionali del Movimento 5 Stelle e i suoi stessi alleati di Partecipiamo. Attendiamo fiduciosi le parole del sindaco convinti della fondatezza di quanto Sonia Migliore e Manuela Nicita hanno denunciato con la loro interrogazione, anticipando le ricostruzioni di stampa,. E riponiamo fiducia anche sull’operato della magistratura che, sicuramente, dato che la notizia riportata da alcuni organi rappresenta un’informativa di reato, avrà aperto un’indagine.
Intanto apprendiamo che un luogo di proprietà comunale, come il Centro Servizi Culturali, può essere utilizzato per le conferenze stampa urgenti di un privato cittadino qual è, ormai, l’ex assessore comunale Stefania Campo. Anche questo deve far parte del nuovo modo di fare politica del Movimento 5 Stelle”.

Articoli simili