Reteiblea

Def Regione Siciliana. On. Dipasquale: “Tutte le commissioni di merito hanno approvato i miei emendamenti, adesso la discussione si sposta in Commissione Bilancio”

Def Regione Siciliana. On. Dipasquale: “Tutte le commissioni di merito hanno approvato i miei emendamenti, adesso la discussione si sposta in Commissione Bilancio”
aprile 13
10:51 2018

“Oggi sono stati presentati gli emendamenti alla Finanziaria che ho scritto insieme al capogruppo on. Lupo, emendamenti, molti dei quali apprezzati dalla commissioni di riferimento, che adesso verranno discussi in Commissione Bilancio”. Esprime piena soddisfazione per l’esito dei lavori l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e segretario alla presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana.

“Sono tanti i risultati che oggi abbiamo raggiunto e per i quali possiamo essere fieri. Un emendamento riguardava il rimborso ai Consorzi di Bonifica delle differenze che la Regione ancora deve erogare per il triennio 2014-2016. Ammonta a 2 milioni di euro il finanziamento per il Corfilac, mentre è di 500 mila euro l’emendamento per il Consorzio universitario. Sono particolarmente contento – prosegue il parlamentare ibleo – che sia passata in commisione la proposta di rifinanziare, per un milione di euro, la Legge su Ibla, anche grazie alla sinergia nata con l’on. Campo. Avevo proposto altri 3 emendamenti di importo superiore, tutti, però, rigettati”.

“Vista la difficile situazione economica che grava su tantissime famiglie siciliane – prosegue – abbiamo presentato ben tre emendamenti che mirano a contrastare la povertà e ad alleviare la condizione di questi cittadini. Un primo emendamento riguarda lo stanziamento di un milione di euro per gli anziani over 65, che vivono soli. E’ stata accettata la nostra proposta di erogare mille euro ad ogni famiglia con tre figli, più 200 euro per ogni figlio oltre il terzo. Abbiamo pure previsto – continua l’on. Dipasquale – un contributo di 3000 euro, una tantum, per quelle famiglie che stanno subendo uno sfratto, nonché il blocco delle cartelle esattoriali. Queste misure vanno a beneficio di chi ha un ISEE non superiore a 20 mila euro. Per finanziare ciò abbiamo previsto l’istituzione di un fondo speciale di 5 milioni di euro. Infine, è di 10 milioni lo staziamento che abbiamo chiesto come misura contro la povertà. In tal modo riusciremmo a estendere la platea dei beneficiari, basterà infatti avere un ISEE non superiore a 7000 euro l’anno e un ISRE non superiore a 3.500 euro l’anno per poter accedere a queste somme. 3 milioni e mezzo, invece, sono gli stanziamenti che abbiamo destinato al Comune di Comiso. Un milione e mezzo per poter garantire la continuità dei servizi di assistenza volo all’aeroporto Pio La Torre (la stessa somma è stata destinata all’aeroporto di Trapani), mentre, i restanti 2 milioni, andranno a finanziare l’attività di cargo sempre al Pio La Torre. A 5 milioni ammonta lo stanziamento per il Libero Consorzio di Ragusa, mentre 2 milioni saranno destinati all’Associazione Regionale Allevatori della Sicilia. Finalmente abbiamo risolto la questione degli esuberi dei lavoratori del Comune di Ispica, un emendamento presentato dal Governo e fortemente sollecitato da noi, in questo modo si chiude il lavoro che iniziai nel 2016”. “Gli emendamenti – conclude l’on. Dipasquale – che non sono passati nelle varie commissioni di merito li presenteremo, entro lunedì, nella commissione Bilancio”.

Articoli simili

Commenti