Reteiblea

Crisi agricola: le ricette nel programma di Calabrese Sindaco

Crisi agricola: le ricette nel programma di Calabrese Sindaco
maggio 09
17:15 2018

“Ci impegniamo a sostenere le aziende zootecniche della nostra realtà comunale attraverso iniziative puntate a valorizzare tutti i prodotti locali che si identificano con la cultura e le tradizioni iblee”. A dirlo è il candidato a sindaco di Ragusa Peppe Calabrese il quale sottolinea la necessità di “incrementare la partecipazione ad eventi di rilievo nazionale ed internazionale, per accrescere la visibilità dell’unicum rappresentato dai prodotti e dal territorio degli Iblei. Ecco perché – aggiunge – lavoreremo per creare circuiti di fruizione del territorio, con l’organizzazione di itinerari integrati che coinvolgeranno sia le aziende agricole e zootecniche che le emergenze paesaggistiche ed ambientali. Creeremo, in particolare, reti i cui soggetti saranno, oltre che le aziende agricole di produzione, anche le fattorie didattiche e le numerose associazioni che operano sul territorio per la fruizione ambientale. Nel processo di valorizzazione del territorio e delle sue produzioni chiederemo un contributo significativo anche al Corfilac. Riguardo ai servizi rivolti ai residenti in zone rurali, per migliorare la qualità delle loro vite, realizzeremo circuiti di telesorveglianza (per contrastare l’abigeato ed i furti nelle abitazioni), interventi di manutenzione delle strade e dei muri a secco, di regimentazione delle acque per prevenire il dissesto ambientale, faremo in modo che possano utilizzarsi le acque meteoriche per uso irriguo, a beneficio del verde pubblico e per la produzione di energia idroelettrica (sfruttamento dei salti fra bacini di raccolta, con turbine integrate a fotovoltaico, da realizzare nel territorio rurale e nella città, con risorse pubbliche o private). E’ questa la città che abbiamo in mente e che vogliamo contribuire a fare crescere sempre di più anche per quanto riguarda gli aspetti inerenti il comparto agricolo che continua a rimanere uno dei punti di riferimento primari per la nostra economia”.

Articoli simili