Reteiblea

Complimenti sig. Sindaco!!!!

Complimenti sig. Sindaco!!!!
settembre 21
09:53 2018

E questa volta i complimenti sono veritieri e di tutto cuore. E’ accaduto infatti che la giunta Cassì ha deciso di rivedere tutta l’organizzazione che gira intorno al MUDECO, il Museo del Costume a Donnafugata. Quando fu pubblicato il bando per questo progetto siamo stati in tanti a mostrare perplessità sull’ argomento.  Furono inviate diverse lettere di protesta chiedendo spiegazioni ma il sindaco Piccitto, più che mai testardo in quell’occasione, non sappiamo perchè, andò avanti come un treno nonostante le evidenti incongruità. Ricordiamo ad esempio la poca chiarezza sui compiti del gestore, la mancanza di indicazioni precise sulla quantità degli oggetti, il punto di ristoro non specificato come categoria, i tornelli ed infine alcuni allestimenti molto criticati come i tendaggi che si vedono nella foto e  cosi via. Insomma a molti era sembrata un’altra delle trovate di Piccitto per ingessare strutture cittadine. Ora la notizia della quale vi facciamo …. edotti!

Giunta Municipale, nella seduta del 18 settembre scorso, ha deliberato di revocare l’atto di indirizzo (deliberazione di G.M. del 21 giugno 2017 n.271) con cui si autorizzava  il dirigente del settore VII ad adottare tutte le procedute ad evidenza pubblica necessarie per l’affidamento in concessione temporanea, per un periodo di due anni, della gestione del realizzando Museo del Costume presso i locali al piano terra del Castello di Donnafugata. L’atto deliberativo dispone  anche che siano di conseguenza revocati tutti gli atti gestionali prodotti in esecuzione dell’atto di indirizzo, riservandosi l’amministrazione comunale di fornire nuovi indirizzi ai dirigenti dei settori VII e XII in materia.

“Stiamo rivisitando in generale le modalità di gestione  del Castello di Donnafugata e dei beni in esso custoditi, fra cui la collezione “Gabriele Arezzi di Trifiletti”  di abiti antichi – sottolinea il sindaco Peppe Cassì –  di conseguenza, abbiamo ritenuto di revocare gli atti finora prodotti per l’affidamento in concessione del Museo del Costume, anche per assicurare la salvaguardia e la conservazione della collezione stessa, avendo riscontrato, dopo un attento e accurato sopralluogo,  delle criticità nel capitolato d’appalto predisposto a suo tempo, a lavori ancora da ultimare”.

Articoli simili