Reteiblea

Comiso rottama le cartelle dei tributi locali

Comiso rottama le cartelle dei tributi locali
gennaio 31
16:46 2017

Anche a Comiso, per iniziativa dell’Amministrazione Spataro, sarà possibile definire in maniera agevolata le cartelle esattoriali relative ai tributi comunali evitando di pagare le sanzioni. Il Consiglio comunale ha infatti approvato all’unanimità ieri sera, 30 gennaio, la proposta di regolamento per la “rottamazione” delle cartelle relative a IMU, ICI, Tares, Tari, Imposta comunale sulla pubblicità, TOSAP, Canone Idrico. Grazie all’adozione tempestiva di tale atto il Comune di Comiso sfrutterà la possibilità di sgravare i cittadini che presenteranno apposita istanza entro il 31 marzo 2017 delle sanzioni per le cartelle già emesse dal 2000 al 2016. I tributi dovuti, al netto delle sanzioni che verranno cancellate, si potranno pagare al massimo in cinque rate, Luglio 2017, settembre 2017, novembre 2017, aprile 2018, settembre 2018. Come previsto dalla normativa almeno il 70 per cento degli importi dovrà essere pagato entro il 2017.
“Proseguiamo, come avviene dal nostro insediamento, la politica di agevolazione per i cittadini comisani utilizzandfo tutti gli strumenti che la legge ci consente per alleviare il carico fiscale ed il peso odioso di sanzioni che colpiscono coloro che non sono in grado, pur volendo pagare, di rispettare le scadenze obbligatorie. Con questo provvedimento si configurerà un grande risparmio per quei contribuenti che negli anni hanno accumulato situazioni debitorie difficili e onerose. Si tratta di un passo importante che segna l’inizio dell’inversione di tendenza annunciata sui tributi cittadini che nei prossimi mesi sancirà un significativo abbassamento della pressione fiscale in città, finalmente”, ha dichiarato l’assessore al Bilancio Gaetano Gaglio che ha curato la stesura della proposta di regolamento ed illustrato in aula il provvedimento.
“Come sempre rispondiamo con atti concreti e reali possibilità di alleggerimento del carico fiscale alle esigenze dei cittadini comisani, al pari del resto degli italiani gravati ormai da un peso fiscale oltre la soglia di sostenibilità. Piuttosto che organizzare generiche manifestazioni di protesta contro il sistema la nostra risposta continua ad essere il lavorio serio, puntuale ed efficace per sfruttare tutte le occasioni possibili garantite dalla legge e per costruire, come si vedrà nei prossimi mesi, i presupposti che possano far risparmiare i cittadini di Comiso”, ha concluso il sindaco Filippo Spataro.

Articoli simili