Reteiblea

Città Italia per ben governare in città ed in Italia

Città Italia per ben governare in città ed in Italia
Nov 28
10:22 2018

 

Giovedi 29 novembre alla Camera di Commercio di Ragusa alle ore 18, verrà presentato un nuovo movimento politico che, scaturito dall’esperienza di Ragusa Prossima e del suo fondatore Giorgio Massari, cerca nuovi e interessanti spazi per operare in modo fattivo nel tentativo di governare al meglio le città che sono ora il fulcro delle attività amministrative a livello nazionale. Al progetto aderiscono già alcuni sindaci provenienti dall’area del centrosinistra della nostra provincia e da uno di questi, per l’esattezza da Iano Gurrieri, riceviamo questa nota che pubblchiamo:

Città Italia nasce dall’esigenza di un territorio, quello Ragusano, di ripartire dai fasti del passato, quando la nostra provincia veniva considerata l’isola nell’isola, un esempio di vigore economico e culturale che fu l’esempio e l’invidia di tutto il sud della penisola.

Vogliamo invertire il meccanismo di un fare politica che parte dai vertici e lascia le provincie ed i comuni soli a combattere le difficoltà quotidiane dei cittadini.

Vogliamo ripartire dal basso, dai territori, dalla gente, dalla politica dell’ascolto e della condivisione, cercando di colmare quel vuoto politico nell’area di centrosinistra che da troppo tempo ormai ha lasciato spazio a derive populiste ed estremiste.

Il progetto si sviluppa intorno ed insieme a chi vive, rappresenta, ed amministra i territori, chi giornalmente è il referente dei cittadini e delle difficoltà che essi vivono; Sindaci, presidenti dei consigli, consiglieri e cittadini di ogni genere che credono in una politica seria ed al servizio del cittadino.

Ripartire quindi dalle realtà locali, dove è ancora possibile il dialogo con le persone e dove l’impegno di chi si propone di rappresentare i cittadini è tangibile ed immediatamente percepibile. La passione per la politica militante, lo spirito di servizio, sono i valori che ci accomunano, crediamo fortemente che lo scambio intergenerazionale sia il valore aggiunto che altre realtà non sono riuscite a cogliere, mettendo al servizio del territorio le nostre storie, esperienze, professionalità e visioni che ci accomunano e ci proiettano verso i medesimi obiettivi.

Amministratori attuali e amministratori che hanno operato per il bene dei cittadini fino a qualche tempo fa, che non hanno paura di fare scelte importanti per i propri comuni perché liberi da padrini e padroni, scelte di legalità e trasparenza che aprono le porte ai cittadini facendoli sentire nuovamente parte integrante degli enti e delle comunità in cui vivono, volti noti con grandi esperienze politiche alle spalle che sostengono, arricchiscono  e fanno largo a giovani con idee nuove,

sono i motivi del nostro stare insieme.

I mesi e gli anni a venire metteranno la nostra Provincia a dura prova e non vogliamo farci trovare impreparati:

l’offerta turistica territoriale, la crisi agricola e tanti altri temi che hanno bisogno di risposte e soluzioni in tempi brevi, saranno l’oggetto dei prossimi appuntamenti e saranno gli argomenti sui quali incentreremo le nostre battaglie, in una rete tra comuni che darà forza all’azione di un territorio che deve tornare ad essere la perla del Mediterraneo.

Articoli simili

Iscriviti ai nostri canali