Reteiblea

Basket. Il 3 e il 4 gennaio Comiso ricorderà le sue vecchie glorie

Basket. Il 3 e il 4 gennaio Comiso ricorderà le sue vecchie glorie
dicembre 31
17:19 2014

Amarcord Basket Comiso 2015. Il 3 ed il 4 gennaio 2015 presso il Pala Davolos sei squadre di Basket si affronteranno, coinvolgendo molti ex giocatori che hanno scritto la storia della pallacanestro casmenea.

“ Una singolare iniziativa – ha commentato il sindaco Filippo Spataro – che ci fa rivivere uno degli sport più praticati, attraverso la testimonianza che i vari giocatori hanno lasciato negli anni. L’iniziativa patrocinata dal Comune di Comiso, vuole essere anche un messaggio ai giovani di oggi per dire che lo sport è un insieme di valori quali l’ unione, l’amicizia, l’empatia e il lavoro di squadra e che non mutano con il passare del tempo. Per l’evento è stata creata anche una pagina facebook ( AMARCORD BASKET COMISO 2015) dove è possibile vedere tante testimonianze fotografiche a partire dal 1937”.

“L’evento si svolgerà al Pala Davolos nei giorni del 3 gennaio 2015 dalle ore 15 ed il giorno 4 gennaio 2015 dalle ore 9,30 alle ore 13 – ha spiegato il consigliere Vincenzo Maggio con delega allo sport – Il primo giorno si affronteranno le 6 squadre divise in due gironi e per classi di età. Il primo gruppo dal 1936 al 1965, il secondo gruppo dal 1966 al 1970, il terzo gruppo dal 1971 al 1974, il quarto gruppo dal 1975 al 1977, il quinto gruppo dal 1978 al 1980 ed il sesto ed ultimo gruppo dal 1981 al 1985. Il secondo giorno si svolgerà la finale cui seguiranno le premiazioni finali e la consegna delle medaglie per tutti i partecipanti. Tra i premiati ci saranno anche il dott. Vincenzo Amato vicepresidente Olympia Basket, la prof.ssa Maria Rita Schembari presidente Pro Loco (tra le prime società di basket a Comiso), il prof. Salvatore Spataro ex allenatore , i signori Giuseppe Amato , Giuseppe D’Iapico e Nunzio Schembari , il prof. Giuseppe Salafia , il prof. Giovanni Sudano ( presidente ARDENS prima Polisportiva che si occupava di basket) e il prof. Alfio Occhipinti”.

Articoli simili