Reteiblea

Autostrada, lotto Rosolini-Modica: incontro a Pozzallo, attesi sviluppi a brevissima scadenza

Autostrada, lotto Rosolini-Modica: incontro a Pozzallo, attesi sviluppi a brevissima scadenza
agosto 13
11:00 2017

Interlocutoria e con elementi sicuramente bisognosi di verifica, ma importante (almeno per quanto riguarda l’attenzione tenuta desta sul problema e lo “smuovere le acque”), la riunione congiunta  dei segretari generali (Scifo, Sanzaro, Bandiera) e di comparto (Cascone, Gallo, Di Dio) di Cgil, Cisl, Uil tenuta  ieri a Pozzallo. Dal comunicato finale diffuso, aperto dai ringraziamenti (al neo assessore regionale Infrastrutture e Mobilità, Luigi Bosco, per la tempestiva convocazione sul completamento del lotto autostradale Rosolini – Modica, ai parlamentari nazionali e regionali presenti, ai sindaci di Modica, Ispica, Scicli e Pozzallo, ai vertici del Cas, al rappresentante della Cosige e dell’Anas) per la partecipazione ad sorta di conferenza di servizio della quale il sindacato verificherà gli sviluppi e la concretizzazione degli impegni, sembra emergere una valutazione nel complesso abbastanza positiva dell’incontro. A detta dei sindacati sarebbero, infatti, emerse alcune premesse che sembrano muoversi in un’ottica di tutela dei posti di lavoro. Lo evidenziano l’impegno assunto di riprendere dal prossimo 21 agosto i lavori sul lotto autostradale Rosolini – Modica; la risoluzione di sblocco delle interferenze decisive per la linea dei lavori sul tracciato (esproprio Moresca, pali dell’Enel e Telecom, con Trenitalia); il fatto che nei prossimi giorni il Cas confluirà nelle casse dell’impresa Co.Si.Ge. le somme per il pagamento degli ultimi due SAL (12 milioni di euro), la contabilizzazione delle somme dovute all’Impresa per lavori extra (4,5 milioni di euro), l’impegno preso dall’ing. Andrea Lazzarotti della Co.Si.Ge,. che una parte delle somme ricevute dal CAS andranno a beneficio e a ristoro delle ditte subappaltatrici. Resta comunque evidente – ribadiscono – “ che la controversia tra CAS e Co.Si.Ge. rimane in vita per un contenzioso complesso e articolato, che potrebbe rischiare in futuro di condizionare seriamente il completamento della struttura viaria e sul quale lavoreremo per appianarlo” . Il comunicato prosegue prendendo atto dell’impegno preso dall’assessore Bosco di convocare, tra fine agosto e prima settimana di settembre, una conferenza di servizio con le parti in causa” per superare le difficoltà, ancora in vita,  che al momento ostano un andamento normale per l’efficace proseguo dei lavori da parte dell’impresa appaltante”. Nella conclusione, i dirigenti confederali e di categoria dei sindacati che hanno emesso il comunicato avvertono che “è del tutto evidente che ove dovessimo registrare ulteriori arretramenti rispetto agli impegni assunti dalle parti, il sindacato porrà in essere azioni eclatanti, malgrado il periodo ferragostano, che porrebbero fine alla fase di concertazione finora caratterizzante i rapporti tra il sindacato, che gestisce sin dall’inizio la critica fase degli sviluppi legati ai lavori autostradali, il Cas e il Co.Si.Ge e i vari attori interessati (Ministero delle Infrastrutture, Regione Siciliana e Anas).

Articoli simili

Commenti