Reteiblea

Attenti a quella strada

Attenti a quella strada
ottobre 23
11:34 2012

stradasantacrocescoglittiLa strada che porta da Santa Croce a Scoglitti passando dalla riserva di Randello è ormai diventata terra di frontiera e percorrerla  rappresenta un vero pericolo per la propria incolumità. Gli episodi  che parlano di aggressioni e rapine, in quei pochi chilometri di strada, perpetrati ai danni di ignari automobilisti sono numerosissimi e l’ultimo è avvenuto  venerdì sera ai danni di un giovane santacrocese, Angelo Ingallina, 32 anni,  che era fermo a bordo della carreggiata mentre parlava al cellulare. Degli individui incappucciati, forse quattro in tutto, hanno aperto lo sportello e lo hanno  aggredito a colpi di legno  costringendolo  a scendere dall’auto. Il malcapitato è stato poi derubato  del  portafoglio e del cellulare e quando lo hanno lasciato andare  si è recato al pronto soccorso di Ragusa dove è stato medicato per delle ferite alla testa.  La notizia è trapelata soltanto ieri ma c’è la conferma che, proprio la zona di contrada Randello,  frequentata  soprattutto da extracomunitari,  non è nuova a episodi delinquenziali di questo genere. Alcuni automobilisti hanno infatti  denunciato di aver visto delle persone distese sull’asfalto in mezzo alla carreggiata, fingensosi ferite, in modo da fermare le auto e poi  aggredire i passeggeri derubandoli. Una tecnica che è al vaglio delle forze dell’ordine  che invitano coloro che percorrono quel tratto di strada ad essere particolarmente prudenti. 

Articoli simili