Reteiblea

Aperto fino a sabato il gazebo per i kit della differenziata

Aperto fino a sabato il gazebo  per i kit della differenziata
febbraio 01
12:23 2018

Resterà aperto anche sabato 3 febbraio, al contrario di quanto invece programmato
in un primo momento, il gazebo dell’Ati aggiudicataria del servizio di raccolta
differenziata, costituita dall’impresa Busso Sebastiano, dall’Igm rifiuti industriali e
dalla Ciclat, in piazza Libertà a Ragusa. La decisione è stata presa alla luce dell’alta
affluenza che si sta registrando in questi giorni con riferimento alle procedure per
dotare gli utenti dei mastelli necessari per l’effettuazione della differenziata.
Numerosi i cittadini recatisi al gazebo con l’apposita lettera ricevuta dal Comune di
Ragusa e che, dunque, hanno ottenuto il relativo kit. Ricordiamo che la lettera
contiene un codice identificativo che permette di combinare lo stesso ai relativi
mastelli. Il personale presente all’interno del gazebo fornisce tutte le informazioni
del caso. Gli addetti dell’Ati rimarranno in piazza Libertà, dunque, sino a sabato con
orari compresi tra le 7 e le 16. A partire dalla prossima settimana l’attività di
consegna riguarderà altre zone della città. In particolare, dal 5 al 16 febbraio il
gazebo dell’Ati sarà in piazza G.B. Hodierna a Ibla. Quindi, dal 19 febbraio al 2 marzo
in via Fieramosca, presso il supermercato Despar. Altri momenti d’incontro sono
previsti dal 5 al 16 marzo nella piazza Mercato di via Piemonte, dal 19 al 30 marzo, a
Marina di Ragusa, in via Caboto presso l’Eurospar e dal 9 al 20 aprile in via Failla
presso l’Ard Discount. Attivi già da qualche giorno un numero verde (800-973533),
un’App (Bastaunattimo), il sito internet “bastaunattimo.com”. Sempre operativi,
inoltre, l’ecosportello di via San Paolo 19, in largo San Paolo a Ibla, le isole
ecologiche Ccr di via Paestum, contrada Nunziata e contrada Palazzi a Marina. Sarà
anche possibile rivolgersi al cantiere della Busso, zona industriale prima fase, viale 4
n. 4. Ricordiamo altresì che i cittadini che abitano in un condominio saranno contattati direttamente attraverso gli amministratori degli stessi con i quali sono stati già attivati nei giorni scorsi una serie di incontri.

 

Articoli simili