Reteiblea

Al via il Festival. Apre Rick Margitza, prosegue Giacomo Tantillo e chiude il primo weekend Jesper Bodilsen con la ‘voce’ di Joe Barbieri

Al via il Festival. Apre Rick Margitza, prosegue Giacomo Tantillo e chiude il primo weekend Jesper Bodilsen con la ‘voce’ di Joe Barbieri
giugno 19
15:36 2016

Via alla nona edizione del “Vittoria Jazz Festival Music & Cerasuolo Wine”. Si apre col quartetto del sassofonista americano Rick Margitza. Un’apertura nel segno del grande jazz. Poi senza soste si prosegue con 9 giorni filati di concerti. A cominciare da domenica 19 giugno alle ore 11,30 col concerto al Teatro Comunale (piazza del Popolo) di Giacomo Tantillo, il giovane trombettista di Bagheria (Palermo) messo a battesimo proprio a Vittoria dove ha vinto lo scorso anno l’edizione del Vittoria Rotary Jazz Award. Diplomato in tromba presso il conservatorio di Palermo, ha frequentato la Berklee College of Music di Boston ed ha vinto la sedicesima del premio Internazionale “Massimo Urbani” ed oggi è tra i più importanti giovani talenti del nuovo panorama jazzistico italiano. Domani suonerà con un altro bravo solista Francesco Patti, vincitore anche lui del premio ‘Massimo Urbani”.A completare il quartetto di domani Francesco Lo Giudice e Paolo Vicari.
Neanche il tempo di rifiatare che domenica sera alle ore 22,15 altro grande appuntamento col concerto di Jesper Bodilsen, contrabbassista e compositore danese che si inserisce nel solco dei grandi interpreti del contrabbasso danese. Con lui nel ruolo di ‘guest star’ Joe Barbieri, cantautore napoletano, cresciuto alla corte di Pino Daniele. Al Vittoria Jazz Festival il musicista danese presenta il suo nuovo disco “Scenografie” con la collaborazione di musicisti affidabilissimi, tra i quali il pianista e fisarmonicista catanese Francesco Calì, da anni ormai trasferitosi in Danimarca. Ma il valore aggiunto sarà la voce di Joe Barbieri.
Il palco del Vittoria Jazz Festival in piazza Enriquez sarà animato dal quartetto di Jesper Bodilsen, contrabbassista danese, che con Nikolaj Bentzon al pianoforte , Nico Gori al clarinetto e Joe Barbieri alla chitarra e (naturalmente) alla voce, daranno vita ad un’ora e mezza di musica interessante e molto piacevole, mostrando un affiatamento perfetto ed un’ espressività cristallina.

Articoli simili