Reteiblea

I giardini iblei in cattive condizioni. Nonostante i lavori in corso .

I giardini iblei in cattive condizioni. Nonostante i lavori in corso .
Aprile 03
14:532021

Si è tanto parlato delle condizioni in cui versa buona parte del giardino pubblico di Ragusa Ibla. L’amministrazione aveva annunciato che dopo tante segnalazioni finalmente i lavori di ripristino di alcune strutture come la balaustra e la vasca sono iniziati e procedono speditamente. Però non va bane lo stesso . Infatti un attento sopralluogo effettuato ieri pomeriggio da alcuni componenti di Comibleo, il
comitato spontaneo di volontariato di cittadini residenti a Ibla, ha appurato, con dispiacere
come, nonostante alcune azioni di ripristino in fase di attuazione da parte
dell’Amministrazione comunale in seno al Giardino ibleo, le condizioni di massima in cui
versa quello che un tempo era uno straordinario luogo di aggregazione per i ragusani, e
non solo, versa in condizioni di degrado davvero preoccupanti. “L’area in cui sorgono i
servizi igienici – spiegano da Comibleo – e, più in generale, tutta la zona più nuova è
malmessa. Transenne e fettucce impediscono la fruizione delle passerelle soprastanti,
quelle delimitate dalle ringhiere in vetro per intenderci, per non parlare dei
danneggiamenti causati dai vandali. Alcune lampade, invece, nella parte che si affaccia
sulla sottostante vallata, mancano del tutto per non parlare del generale stato di abbandono
che si respira. Riteniamo che da almeno dieci anni non siano effettuate opere adeguate di
manutenzione. Se fossero state predisposte, si sarebbero risparmiati danni pesanti. Quindi,
per ora, è tutto fermo. Al di là del recupero della balaustra che era caduta e del ripristino
della vasca, che però non è stato ancora completato, ci si sta limitando, allo stato, ad
effettuare degli interventi sul verde, con azioni di scerbatura e sistemazione delle bordure
delle aiuole. Per il resto, null’altro. Troppo poco, insomma, per garantire l’opportuno
decoro in uno dei siti che dovrebbe essere coltivato come il fiore all’occhiello dell’intera
città”.

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles