Reteiblea

Scoperto giro di finte auto a Km 0

Scoperto giro di finte auto a Km 0
Febbraio 13
12:14 2021

La polizia stradale di Ragusa ha scoperto un giro di finte auto a km 0. Le vetture provenivano dal mercato estero, mediante raggiro e falso documentale da parte di diverse concessionarie, nonché attraverso la compiacenza di agenzie di consulenza automobilistica, che formulavano e sottoscrivevano falsamente per conto all’insaputa dell’acquirente affinché questi non venisse mai a conoscenza dell’origine estera del veicolo, il cui valore commerciale è largamente inferiore rispetto alle quotazioni nazionali.
Pertanto i veicoli venivano trasformati in “chilometro 0”, non specificandone appunto la provenienza estera, classificandoli fraudolentemente come veicoli usati anziché come nuovi, con lo scopo di eludere le procedure fiscali e trarre un notevole vantaggio economico dall’aggiramento degli obblighi normativi.
La transazione e l’acquisto ad un prezzo sensibilmente inferiore rispetto al valore del mercato italiano, tecnica illegale ampiamente diffusa e difficilmente riscontrabile, si concretizzava quindi sovvertendo i parametri tecnici onde permettere anche l’esenzione di un veicolo nuovo estero dagli obblighi fiscali.
Con false autocertificazioni di residenza nel territorio ibleo si procedeva all’immatricolazione con minori tempi di trattazione per pratiche e consegna documentazione, a vantaggio dei rivenditori disonesti e a scapito quindi della leale concorrenza, con un danno significativo anche per l’erario.
Al termine dell’attività investigativa sono state indagate 12 persone, tra acquirenti privati, titolari di rivendite di autoveicoli e titolari di agenzie disbrigo pratiche automobilistiche, a vario titolo ed in concorso tra loro, per i reati di truffa nonché falsità materiale ed ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.
Sono stati interessati dai fatti 11 veicoli ed in particolare tra questi sono state rinvenute 2 Fiat 500, una BMW 318, un’Audi Q3 ed un Nissan Qashqai – con targhe e carta di circolazione polacche false – già oggetto di furto e di riciclaggio, attraverso la falsa attività di nazionalizzazione sopra descritta.

About Author

Stefano Ferrera

Stefano Ferrera

Related Articles