Reteiblea

Bapr: Aumenta il fondo per gli azionisti in difficoltà

Bapr: Aumenta il fondo per gli azionisti in difficoltà
Dicembre 19
10:482020

Piccolissimo spiraglio sulla vicenda dei piccoli azionisti della BAPR impegnati da tempo a liquidare le proprie azioni. Ci sono diverse difficoltà e i contrasti si sono ancora di più acuiti . Ora sul sito aziendale – www.bapr.it – nella sezione “Soci” è stata pubblicata una nuova edizione del “Regolamento del Fondo di solidarietà”. Il problema è che si fa riferimento solo ad azionisti bisognosi quelli cioè che versano in gravi difficoltà economiche e vorrebbero vendere le azioni per ottenere soldi liquidi. Ma non sarà cosi infatti il fondo è finalizzato solo al riacquisto di azioni per il soddisfacimento delle richieste di disinvestimento da parte dei soci che hanno grandi difficoltà. La notizia buona è che il fondo è stato incrementato, giusta autorizzazione della Banca d’Italia, da Euro 600.000,00 ad Euro 1.500.000,00.
Di conseguenza, allo scopo di rendere il più esteso possibile il perimetro
dell’iniziativa, è stata anche ampliata la previsione delle patologie che danno diritto
al rimborso. Inoltre, a parere del medico designato, possono essere considerate
particolarmente invalidanti o gravi patologie che, comunque, comportino un grado
di invalidità tra 85% ed il 100% per i soci con ISEE Standard contenuto entro €
25.000,00 e tra il 75% e il 100% per i soci con ISEE Standard contenuto nella seconda
fascia (ovvero, un valore massimo di € 21.265,87).
“La recente autorizzazione del Fondo da parte dell’Autorità di Vigilanza – commenta
il Presidente Arturo Schininà – ottenuta grazie alla solidità patrimoniale della Banca,
consente di triplicare gli interventi che potranno essere effettuati per venire incontro
alle esigenze dei nostri soci che versano in comprovate condizioni di bisogno.
Abbiamo anche raccolto i suggerimenti che ci sono stati avanzati dai Comitati di
piccoli azionisti, ampliando e migliorando in tal modo questa lodevole iniziativa del
Consiglio di amministrazione, già avviata dal 2018, dotata di tutte le più opportune
garanzie di imparzialità.”

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles