Reteiblea

Impianto sportivo via delle Sirene: aggiudicati i lavori di riqualificazione

Impianto sportivo via delle Sirene: aggiudicati i lavori di riqualificazione
Ottobre 07
13:58 2020
Con determinazione n. 4610 del 6 ottobre scorso del Settore X – Contratti – è stato approvato l’esito delle operazioni di gara relativa alla procedura negoziata per l’affidamento dei lavori di riqualificazione dell’impianto sportivo di via delle Sirene a Marina di Ragusa. I lavori sono stati aggiudicati all’impresa SA.FRA. s.r.l. di Caltanissetta per il prezzo di € 481.525,58 al netto del ribasso del 25,982% sul prezzo a base di gara di € 645.924,77 oltre IVA.
L’intervento programmato dall’Amministrazione comunale, che ha conferito lo scorso anno l’incarico di redazione del progetto all’ing. Mario Addario e all’architetto Davide Scrofani, mira a riqualificare un’area comunale da tanti anni abbandonata con un’operazione di restyling di un fabbricato esistente per la creazione di una serie di attività al servizio di un nuovo centro sportivo con diversi impianti che saranno dotati di spogliatoi e servizi igienici.
L’Amministrazione comunale – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Gianni Giuffrida – ha ritenuto opportuno inserire nel proprio programma delle opere da realizzare quella dell’impianto sportivo di via delle Sirene di Marina di Ragusa. Si vuole infatti restituire alla fruizione dei cittadini e di quanti che nel periodo estivo frequentano Marina di Ragusa, una struttura a pochi passi dal Lungomare Andrea Doria, da tanti anni abbandonata ed ormai fatiscente. Intendiamo realizzare un intervento di alta qualità architettonica che permetterà di potere valorizzare un’area degradata con un’opera di rifunzionalizzazione del manufatto edilizio esistente, la realizzazione di due campi da tennis, uno polifunzionale e due di paddle oltre ad un nuovo corpo di fabbrica che accoglierà spogliatoi e servizi igienici a supporto degli impianti sportivi stessi. Il progetto prevede anche la piantumazione di siepi ed alberature per garantire il giusto filtro tra il nuovo centro sportivo e le attività preesistenti confinanti all’area comunale”.

About Author

Stefano Ferrera

Stefano Ferrera

Related Articles