Reteiblea

Aeroporto di Comiso: Alla ricerca di…..cosa non si sa!!

Aeroporto di Comiso: Alla ricerca di…..cosa non si sa!!
settembre 19
18:50 2019

Finalmente arriva una notizia che bene o male coinvolge il nostro aeroporto che da mesi versa nell’oblio più assoluto mentre le compagnie operanti sullo scalo si apprestano a svernare in altre località.

La nota che riportiamo, diffusa dalla nuova addetta stampa della Sac, ha anche un titolo che però dovrebbe essere rivisto. Infatti piuttosto che alla ricerca di percorsi unitari e di accordi commerciali e territoriali che possano rafforzare gli scali  etc etc che sembra un film di una famosa regista,  dovremmo scrivere solo ” alla ricerca delle occasioni perdute” viste le tante stupidaggini fatte prima, ed anche ora, dalle tante persone che hanno detto e continuano a dire di lavorare per noi!!!!!

Ecco il testo ufficiale: Si è svolto all’aeroporto di Catania un incontro con i vertici delle società di gestione Sac, Soaco di Comiso e con la dirigenza di Airgest di Trapani, per discutere delle iniziative necessarie al fine di immaginare percorsi unitari e di stringere accordi commerciali e territoriali che possano rafforzare i tre scali e, di conseguenza, l’appeal turistico della Sicilia. Presenti i vertici dei tre scali siciliani.
Alla presenza di Sandro Gambuzza, Giovanna Candura, Nico Torrisi, rispettivamente presidente, vicepresidente e amministratore delegato della SAC; di Salvatore Ombra e Michele Bufo, presidente e direttore di Airgest, la società che gestisce lo scalo di Birgi e Silvio Meli e Renato Serrano, presidente e amministratore delegato di Soaco, si è a lungo discusso di rete e di iniziative condivise da mettere in campo per ottimizzare competenze e risorse, al fine di migliorare le capacità attrattive dei tre aeroporti a servizio dei passeggeri ma anche delle compagnie aeree.
Le società di gestione dei tre scali, sotto il coordinamento di Nico Torrisi, torneranno a riunirsi a breve insieme ai vertici regionali per avviare concretamente la collaborazione.  «Si è trattato del primo incontro tra i tre aeroporti siciliani interessati a fare network per rafforzare le iniziative comuni e avviare nuove sinergie di comunicazione e promozione – ha dichiarato Torrisi, amministratore delegato Sac. Il segnale che questo tavolo vuole mandare è che – nonostante i ritardi accumulatisi negli anni – si farà l’impossibile per recuperare il tempo perduto e per far partire i benefici auspicati, in quanto a nuove rotte, fin dall’estate 2020».
Il presidente di Airgest Salvatore Ombra ha aggiunto: «Vogliamo unire forze e competenze e mirare a diventare un unico sistema che possa sfruttare ogni idea e ogni risorsa a vantaggio di tutto il territorio siciliano. Chiediamo alla Regione siciliana di sostenerci per ottimizzare la promozione turistica e strutturarla al meglio.
La solita tiritera ma porca miseria!!!!!! come si può permettere all’AD di Sac di dire “nonostante il tempo perduto”!!! Come se non fossero stati loro, la SAC,  a perdere tempo, a gettare alle ortiche le speranze e le aspettative di uno scalo nato per le esigenze del territorio e diventato merce di scambio e di ricatto fino all’ultima goccia di sangue,  metaforicamente parlando,  del passeggero ibleo…..  E infine poiche nella foto, al centro,c’è anche il presidente della Megacamera di Commercio Agen ci sembra strano che non abbia parlato questa volta? Lui che in verità è il capo indiscusso di tutti gli aeroporti? e storie su Comiso ne ha raccontate tante!!!!!

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles