Reteiblea

Vittoria: E questa la chiamano democrazia e legalità.

Vittoria: E questa la chiamano democrazia e legalità.
Giugno 10
19:10 2019

Per l’onorevole Aiello non c’è pace per Vittoria neanche con l’arrivo dei Commissari anzi!!!  Ecco il comunicato che ci ha inviato che riportiamo per la stima che abbiamo per Ciccio Aiello senza però poter condividere visto che non conosciamo fatti e personaggi.

Vittoria Mercati sotto stress, anzi sconvolta: in peggio. Sembra che il Ministero abbia comunicato da qualche mese al Comune forti rilievi sotto il profilo di legittimita’.
La cosa dura da qualche mese ma e’ stata tenuta blindata e sotto calamarera in
attesa di tempi migliori. Intanto le assunzioni clientelari sono state mantenute in
barba ai proclamati principi di legalita’. Addirittura il fratello del Vice Moscato,
assunto come addetto stampa( ognuno aveva il suo a quei tempi) e’ stato prima
promosso e poi trasferito alla Emaia con funzione organizzativa, ma non di Direttore
come lo stesso scrive e proclama di essere.
La “ Vittoria Mercati”, a suo tempo considerata illegittima e non sanabile da
esponente interno alla maggioranza Nicosia, ha invece operato a tricche e
barracche, e a fare quello che non doveva, trasformandosi in un carrozzone e uno
stipendificio riservato, dove gli assunti provenivano dalle piu’ strette amicizie, se
non familiari, di alcuni politici che hanno amministrato Vittoria, come sappiamo.
Per la verita’ da anni ho condotto questa battaglia, senza essere ascoltato: ho
trovato un muro…. la cosa era grossa…
Con quelli d’ imprima e poi con l’attuale gestione commissariale non c’e’ stato
verso di chiarire e io ancora non riesco a capire perche’ e per come.
Ora sembra essere arrivata la batosta ministeriale, che metterebbe in pregiudicato
la struttura per alcuni vizi di legittimita’ ( anticipati da anni ) : ma tutto e’ rimasto
sino ad ora secretato, nascosto, incomunicato alla ignara cittadinanza.
E questa la chiamano democrazia e legalita’.
E’ gia’ provveduto, dopo le dimissioni del Dott. Dionisi, alla approvazione di una
Delibera, Atto n. 17, del 22/5/20129 di Modifica e Integrazione dello Statuto Sociale
della “Vittoria Mercati”, con la Modifica soprattutto del Contratto di Servizio ex
deliberazione 122/ 2012. Tutto in gran segreto. Senza nessun accenno alla
cittadinanza, senza spiegare niente.
Neanche in Romania ai tempi di “Se Ti Piscu”; cose dell’altro mondo.
Non sono ancora in grado di valutare cosa ci sia alla base di tutto questo. Posso in
questo momento solo dedurre. Anche se la cosa sembra essere stata tra i motivi di
rottura col Segretario Generale Dott. Fortuna e col Dott. Dionisi: ma non sono in
grado di confermarla per tanti motivi: il segreto stampa imposto alla vicenda,
l’impossibilita’ di accedere ai documenti contabili di Emaia, per diniego non
motivato, impediscono di fare valutazioni precise.

Ma una cosa gravissima e’ certa: nel Modificare lo Statuto hanno trasformato la “
Vittoria Mercati” in un mostro leviatanico a cento facce: tutta la vita della citta’, o
quasi, viene portata illegittimamente ( ancora??!!! ) sotto la potestà operativa diretta

della stessa. Un progetto che riporta alla competenza di una struttura mostruosa
decine o centinaia di milioni di euro.

Fatto gravissimo, inedito, incredibile, increscioso, prevaricante, che ammorba
persino l’aria che respiriamo. Non solo le Fiere, non solo i Mercati, ma tutto tutto
tutto, come e’ previsto all’art.3 del nuovo Contratto di Servizio, che prevede
l’oggetto delle nuove COMPETENZE della “ Vittoria Mercati”.
NON CREDO AI MIEI OCCHI, NON CREDO A QUELLO CHE LEGGO NEGLI ATTI ORA
PUBBLICATI NEL SITO DEL COMUNE
Questa e’ una follia amministrativa e istituzionale! Non trovo altre parole per
descrivere questo atto:

Un colpo al cuore alla democrazia e alla legalita’.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.