Reteiblea

Riunione Cipe senza Ragusa Catania. Appello di Dipasquale ai deputanti 5stelle

Riunione Cipe senza Ragusa Catania. Appello di Dipasquale ai deputanti 5stelle
Maggio 13
18:27 2019

Lo avevamo detto sabato scorso che qualcosa sulla vicenda dell’Autostrada non stava andando per il verso giusto tant’è che il progetto non è stato inserito nella prossima riunione del Cipe. Come a voler dire che non ci sono più speranze! Però è arrivato un comunicato dell’On Dipasquale che pubblichiamo.
“Risulta che l’odierna riunione del pre-Cipe durante la quale si sarebbe tornati a discutere del raddoppio della Ragusa-Catania è stata rinviata a mercoledì, però senza prevedere all’odg il previsto approfondimento sull’opera. Probabilmente l’orientamento negativo sull’argomento ha suggerito di evitare di parlarne a ridosso dell’appuntamento elettorale europeo per non rischiare di perdere consensi. Ma il territorio ha necessità di andare avanti”. Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del PD, commentando la notizia non solo dell’ennesimo rinvio, ma anche che l’argomento che la comunità iblea ha maggiormente a cuore è scomparso dall’agenda del Governo e del Comitato interministeriale per la Programmazione economica.
“I cittadini di quest’area di Sicilia potrebbero vedere a brevissimo l’apertura dei cantieri per l’autostrada Ragusa-Catania – continua Dipasquale – e per questo motivo propongo che si proceda come si è sempre fatto in circostanze analoghe: i rappresentanti locali del Governo in carica promuovano un incontro con tra il territorio, quindi sindaci, organizzazioni di categorie, sindacati e parlamentari regionali e nazionali di ogni schieramento con il Presidente del Consiglio Conte e i ministri Toninelli e Tria. Rivolgo, dunque, un appello all’on. Stefania Campo e all’on. Marialucia Lorefice perché, nel ruolo di rappresentanti del M5S in ambito locale, possano organizzare un momento di confronto che coinvolga tutti, nella più larga partecipazione possibile, per affrontare a carte scoperte il tema del raddoppio della Ragusa-Catania e trovare una soluzione definitiva”.
“Se questo momento di confronto non dovesse tenersi – conclude Dipasquale – non potremmo pensare altro che si vuole fare un torto alla provincia di Ragusa e ai territori limitrofi e che in questo Governo nazionale non c’è spazio per il dibattito democratico. Se invece, come spero, questi esponenti del Governo sentiranno di avere la coscienza a posto, non avranno alcun problema ad affrontare un confronto pubblico su una questione ormai indifferibile”.

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Only registered users can comment.