Reteiblea

Quarti di finale play off, gara 1: Passalacqua domina e sfiora quota cento

Quarti di finale play off, gara 1: Passalacqua domina e sfiora quota cento
Aprile 04
22:57 2019

Quasi cento punti (se avesse voluto  sarebbero arrivati) per la splendida Passalacqua di gara uno dei quarti di finale, capace di rifilare, senza forzare (o comunque senza mai dare la sensazione di farlo) oltre 30 punti di scarto a una squadra che non è certo l’ultima arrivata. Lucca si è confermata squadra di rango per metà gara, andando al riposo sotto appena di nove punti dopo essersi fatta valere e aver mostrato notevole spessore: purtroppo per lei, al rientro, dopo appena un minuto, le aquile hanno innestato il turbo e da quel momento è stato tutto e solo un lungo, veloce volo ben al di fuori della portata del quintetto toscano. Coach Gianni Recupido ha alternato tutte le giocatrici a reperto, dando il meritato (il tabellino lo dimostra) alle tre giovani di casa, che hanno totalizzato nove punti con una bomba da tre. Per il resto, la solita straordinaria “normalità”, con Hamby e Harmon rispettivamente a 23 e 20 punto, Nicole Romeo e Chiara Consolini in doppia cifra e le altre a ruota. A secco soltanto Gianolla, ma solo perché non doveva importarle…Pubblico, meno del dovuto, in estasi e motivatissima gioia da tutti i pori: il migliore dei modi di preparare (anche mentalmente) gara due di domenica a Lucca. Dove sarà inevitabilmente e logicamente più difficile (o meno facile fate voi) ma dove la Passalacqua si presenta da favorita d’obbligo: come richiesto (si può anche dire preteso) dalla sua superiore qualità tecnico-tattica-atletica.

TABELLINO — Passalacqua Ragusa  92 – Gesam Gas Lucca 60

RAGUSA: Romeo 13, Consolini 11, Cinili 2, Formica 2, Rimi 2, Stroscio 5, Harmon 20, Gianolla, Soli 4, Bongiorno 2, Hamby 23, Kuster 8. Allenatore Recupido

LUCCA: Vaughn 15, Orazzo 2, Gatti 7, Reggiani 3, Ngo Ndjock 4, Graves 12, Ravelli 6, Salvestrini, Treffers 11, Diene. Allenatore Serventi.

PARZIALI: 24/18 – 26/23 – 23/9 – 19/10 – ARBITRI: Capurro di Reggio Calabria, Trefiletti di Messina e Tarascio di Priolo.

About Author

Lina Giarratana

Lina Giarratana

Related Articles