Reteiblea

L’Accademia Scherma Ragusa a Palermo per la chiusura della stagione agonistica regionale

L’Accademia Scherma Ragusa a Palermo per la chiusura della stagione agonistica regionale
marzo 30
16:23 2019

Oltre 300 schermitori in pedana nei giorni scorsi al PalaMangano di Palermo per la 3. Prova Regionale del Gran Premio Giovanissimi Under 14, tappa di qualificazione al G. P. Giovanissimi “Renzo Nostini”, Campionato Italiano under14, e importante test-event in vista del 100. Campionato Italiano di scherma olimpica e paralimpica (6/9 giugno ancora a Palermo). Presente, come di consueto nel fioretto, anche l’Accademia Scherma Ragusa con sei atleti delle categorie “maschietti”, “ragazzi” e “allievi”. Le migliori prestazioni sono venute da Flavio Campo e Nicolò Mormina, eccellenti per determinazione e qualità tecniche, che dopo l’ottima fase a gironi hanno perso soltanto all’ultima stoccata l’accesso alle “dirette” per la zona coppe. Giovanni Candiano, Davide Mazza, Samuele Di Stefano e Amedeo Ottaviano, pur battendosi bene, non hanno reso all’altezza del loro potenziale tecnico-agonistico: al grande impegno è mancato, purtroppo, l’indispensabile supporto della concentrazione mentale. La prova di Palermo è stata l’ultima della stagione di gare regionali 2018/19 per i giovani fiorettisti dell’Accademia, attesi adesso dalla prova conclusiva della stagione a livello nazionale. Il tecnico Maestro Roberto Molina, ammette che “il bilancio della stagione agonistica regionale purtroppo non è molto soddisfacente, dato che nelle tre prove avremmo potuto raccogliere di più. L’impegno, in allenamento come in gara, è stato al massimo (un dato di sicuro fondamentale), però non siamo riusciti a ottenere i risultati attesi a inizio stagione. Tanto affascinante quanto non facile da interpretare, la scherma in genere, e il fioretto in particolare, presuppone l’equilibrio tra abilità tecnica e concentrazione mentale, che comporta la simultanea unione tra previsione delle mosse dell’avversario e scelta della strategia da attuare. Non è facile, ma senza dubbio i nostri ragazzi hanno la determinazione giusta per migliorare. Io e il mio Staff Tecnico continueremo a lavorare nell’ottica di crescita, atletica, tecnica e umana di ognuno, puntando a far emergere le loro potenzialità nel quadro di un lavoro di gruppo, nostra tradizionale caratteristica distintiva. Grazie ad atleti, dirigenti, genitori, sponsor e staff tecnico che, con grandi sacrifici, onorano i colori dell’Accademia e della città, dando un valido contributo al panorama sportivo cittadino”. Archiviata la fase regionale, gli under 14 ragusani saranno in pedana a Riccione, dal 15 al 22 maggio, per il 56. Gran Premio Giovanissimi “Trofeo Renzo Nostini”, prova di chiusura nazionale:

About Author

Gianni Papa

Gianni Papa

Related Articles