Reteiblea

[VIDEO] Gli ex assessori M5S fondano a Ragusa “Italia in Comune”

marzo 17
08:46 2019

E’ stata presentata ieri a Ragusa la sezione locale di “Italia in Comune”, il nuovo partito nato dall’esperienza dei sindaci e che vede in Federico Pizzarotti, primo cittadino di Parma, e in Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, i suoi principali esponenti. Pizzarotti, come noto, è stato uno dei primi sindaci 5 Stelle e successivamente, come diversi altri esponenti politici pentastellati, espulso dal movimento. Alla presentazione erano presenti il coordinatore nazionale Alessio Pascucci, Federica Battafarano del coordinamento nazionale, Luca Agnello consigliere comunale a Santa Croce Camerina e coordinatore regionale, gli ex assessori al Comune di Ragusa durante l’amministrazione M5S Flavio Brafa, Claudio Conti e Giuseppe Dimartino, rispettivamente presidente, coordinatore e tesoriere del circolo Italia in Comune di Ragusa.
“Italia in Comune è un partito che nasce dai territori – ha detto Pascucci –  e punta a mettere al centro le persone e le comunità, convinti che la politica sia l’arte di coniugare la visione ideale con il mondo del realizzabile. Intendiamo essere la nuova casa per persone provenienti da diverse realtà che però credono fortemente nei valori della nostra Costituzione e si ritrovano altresì nella nostra carta dei valori”.
“Italia in Comune vuole essere un’alternativa chiara e netta ai populismi del Movimento5S e della Lega, un’alternativa che oggi non c’è o si dimostra estremamente debole – ha aggiunto Flavio Brafa – per questo abbiamo anche associazioni di ex 5 Stelle, di cittadini, che si stanno riconoscendo nella nostra voglia e la nostra proposta che ha delle caratteristiche molto simili a quella che era l’ispirazione iniziale dei 5 Stelle, ma noi al contrario di altri andiamo dietro i fatti concreti, non dietro gli slogan”.
Sarà l’ambiente uno dei punti principali del programma di “Italia in Comune” a Ragusa . “L’ecologia può rappresentare una strada maestra per lo sviluppo di una città”, ha continuato, infatti, Claudio Conti che ha brevemente relazionato sulla situazione cittadina in merito di rifiuti, inquinamento dell’acqua potabile e sul trasporto pubblico.
“Italia In Comune – ha concluso Federica Battafarano del coordinamento nazionale – ha quattro valori fondamentali: siamo europeisti, pensiamo che l’Europa sia fondamentale ma va cambiata e resa più democratica; siamo per l’inclusione e l’integrazione, non per sollevare muri quando noi per primi siamo stati una nazione di migranti; siamo per la solidarietà e per mettere le persone al centro; siamo per la tutela dell’ambiente e della cultura. Per tutto questo bisogna saper ascoltare i territori, che è il punto centrale della nostra ripartenza”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles