Reteiblea

Lunedì 14, ore 19, all’Agrodolce di via S. Giovanni, Delizia Flaccavento presenta il suo reportage “Grazie, Dottor MEDU”.

Lunedì 14, ore 19, all’Agrodolce di via S. Giovanni, Delizia Flaccavento presenta il suo reportage “Grazie, Dottor MEDU”.
Gennaio 12
16:13 2019

“Grazie Dottor MEDU – Il lavoro di Medici per i diritti umani in Sicilia”, in presentazione lunedì 14 gennaio (ore 19) all’Agrodolce, di via S. Giovanni 19,  rappresenta il (bel) risultato visivo di un progetto, molto amato, al quale l’autrice Delizia Flaccavento ha lavorato per mesi. Laureata in filosofia,  fotoreporter, fotogiornalista, freelance, documentarista, docente in varie università, ragusana doc  ma ormai “abbastanza” cittadina di Istanbul (è stata uno degli “occhi” più aperti nei giorni della rivolta dei giovani di qualche anno fa) con frequenti puntate in altre zone della Turchia, Delizia ha un vissuto da viaggiatrice nel quale ha “anche” arricchito il suo succoso curriculum col National Council for the Training of Journalists Press Photography Certificate (in Inghilterra), un Master in Comunicazione Visiva all’Ohio University Scripps School of Journalism, premi all’Ankara International Film Festival 2008 e al Rome Independent Film Festival 2012 (insieme con la regista Ayşegül Selenga Taşkentturca). E con corti, lungometraggi, campagne foto e video e lavori proposti in tutto il mondo, sempre confortati dal meritato successo di pubblico e di critica. In “Grazie dottor MEDU”,  Delizia si rivela ancora una volta capace di unire un alto tasso di coinvolgimento emotivo della proposta con la riconosciuta eccellenza professionale. Ne è venuto fuori un lavoro complesso e completo che lega con un sottile ma resistentissimo fil rouge mente e cuore, in cui il  dirompente, a volte esplosivo, impatto visivo, forte della lunga esperienza di giornalista attenta nello stesso tempo all’essenza e al dettaglio di quanto visto e riportato, si fonde con la partecipata sensibilità dell’artista attenta alle questioni sociali e alle tipicità delle varie etnie. Dando vita a un prodotto insieme da vedere e da sentire, dentro.

About Author

Gianni Papa

Gianni Papa

Related Articles