Reteiblea

Le scuole Dantoni e Don Milani di Scicli all’Ateneo di Catania per la giornata di studi “Storie, lingue e scritture della migrazione”

Le scuole Dantoni e Don Milani di Scicli all’Ateneo di Catania per la giornata di studi “Storie, lingue e scritture della migrazione”
Ottobre 04
18:152018

Ieri 3 ottobre a Catania, nell’aula “Vincenzo La Rosa” di Palazzo Ingrassia del Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Catania, si è tenuta la giornata di studi “Storie, lingue e scritture della migrazione”, organizzata nell’ambito delle attività del progetto di ricerca “Migrazioni, conflitti, interculturalità: strategie e metodi per la costruzione di nuove competenze linguistico-culturali e simboliche” (Piano per la Ricerca di Ateneo 2016-2018).
Durante la giornata, ricercatori, scrittori, rappresentanti di associazioni e istituzioni, ma soprattutto esponenti del mondo della scuola, si sono confrontati sul tema della migrazione contribuendo al dibattito, ciascuno con le proprie esperienze e competenze.
L’obiettivo era quello di riflettere, in maniera condivisa, sia sugli aspetti socio-antropologici connessi con l’abbandono della terra natale, sia sull’incipiente affermazione di una “letteratura della migrazione”. Il dibattito ha affrontato anche le tematiche legate alla necessaria ricerca di sempre più efficaci forme di didattica per l’insegnamento della lingua italiana.
L’ultima sessione, quella di fatto conclusiva dell’intensa giornata dei lavori, è stata moderata dalla prof.ssa Gabriella La Marca (dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Giovanni Dantoni” di Scicli) e dalla prof.ssa Carmela Nigro (dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani” – Scicli), accompagnate da alcune insegnati in rappresentanza dei due ordini di scuole (elementari e medie).
I due istituti sono stati individuati dalla prof.ssa Iride Valenti del Dipartimento di ricerca dell’università di Catania, perché si trovano in un’area dove è presente un’alta percentuali di alunni di diverse nazionalità, in modo prevalente dell’area magrebina e dell’est europeo (Albania e Romania), tant’è che le due dirigenti di Scicli stanno supportando il lavoro del Dipartimento fornendo materiale didattico prodotto dagli stessi alunni stranieri.
In conclusione dei lavori la prof.ssa La Marca e la prof.ssa Nigro hanno auspicato il consolidamento della collaborazione tra gli istituti e l’università.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles