Reteiblea

Edificio di via Berlinguer, Migliore: “I grillini, scaduti, vogliono decidere ancora sul suo futuro. È scorretto”

Edificio di via Berlinguer, Migliore: “I grillini, scaduti, vogliono decidere ancora sul suo futuro. È scorretto”
Maggio 22
16:402018

“Dopo aver dormito per cinque anni, l’amministrazione Piccitto, a neanche 20 giorni dal voto, si sveglia e decide che è il momento di recuperare il tempo perduto arrogandosi il diritto di effettuare scelte che, ormai, andrebbero affidate alla nuova amministrazione”. Lo denuncia il candidato sindaco Sonia Migliore che spiega: “Si rincorrono, in queste, ore voci insistenti secondo le quali i pentastellati sarebbero intenzionati ad affidare la struttura di via Berlinguer ad una srl palermitana che si occupa di alcuni tipi di disabilità, con un canone di locazione pluriennale ancora da definire. Quella struttura, lo ricordo a tutti, è nata come casa protetta per anziani e disabili, non è mai stata usata, poi questa amministrazione l’ha individuata come nuova sede della Polizia Municipale, ed ora si torna nuovamente indietro, nonostante il governo cittadino sia scaduto, per cambiarne nuovamente la destinazione d’uso. È inaccettabile. Non tanto per la scelta in sé, che potrebbe anche avere senso in un’ottica di programmazione futura, ma proprio perché siamo a ridosso dell’appuntamento elettorale e questo genere di decisioni non si prende a scadenza di mandato, senza alcuna concertazione con il mondo dell’associazionismo che vede in quella struttura uno strumento utilissimo per l’applicazione della legge sul “dopo di noi”, che approvata due anni fa introduce nella nostra legislazione il sostegno e l’assistenza alle persone con disabilità grave dopo la morte dei parenti che li accudiscono”.
“È buona prassi di ogni governo cittadino, nei mesi a ridosso delle lezioni, quella di astenersi da scelte di grande importanza per il futuro di una città che spetterebbero, invece, all’amministrazione successiva, a qualunque colore appartenga, che sia di continuità o meno. È lo stesso motivo per il quale, di solito, anche il documento di programmazione economica del Comune, se non insistono gravi urgenze, lo si rimanda a dopo l’imminente tornata elettorale. E si dovrebbe operare analogamente per ciò che concerne la destinazione d’uso di strutture pubbliche. Piccitto si fermi e la smetta, a 20 giorni dalle elezioni che con ogni probabilità consegneranno la città a una compagine politica diversa da quella grillina, di appropriarsi di prerogative che spetteranno ad altri. Vale per il palazzo di via Berlinguer come anche per il City (per il quale il comune ha recentemente aperto una manifestazione d’interesse) e per l’edificio delle botteghe artigianali di via del Mercato a Ibla”.
“Il Movimento 5 Stelle ha dormito sonni profondi per tutta la sindacatura Piccitto – conclude Migliore – il tempo è scaduto, è inutile svegliarsi adesso, può tranquillamente tornare a svolgere la sua letargica attività di ordinaria amministrazione come ha sempre fatto per cinque anni”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles