Reteiblea

Immondizia per le vie di Ragusa Ibla, candidato sindaco Migliore: “Chi amministra non comprende cosa vuol dire turismo per la città”

Immondizia per le vie di Ragusa Ibla, candidato sindaco Migliore: “Chi amministra non comprende cosa vuol dire turismo per la città”
Aprile 26
15:552018

“Ragusa stenta a presentarsi al meglio come località turistica agli occhi dei visitatori: questa mattina, alle ore 11, per le vie di Ragusa Ibla ancora non era stata ritirata l’immondizia. Un pessimo biglietto da visita consegnato ai tanti turisti che nel pieno del lungo ponte tra il 25 aprile e il primo maggio stanno visitando il quartiere barocco”.
Lo denuncia il candidato sindaco Sonia Migliore che aggiunge: “Quello del decoro urbano, soprattutto per gli aspetti legati alla gestione della raccolta dei rifiuti nel centro storico di Ibla, è un tema che andrà affrontato con risolutezza, insieme all’assetto viabilistico e quello dei parcheggi”.
“Ieri, giornata di festa, Ragusa Ibla ha ospitato migliaia di persone e, come al solito, numerose sono state le lamentele che ho personalmente raccolto mentre mi trovavo, anche io, a passeggio per il quartiere. Accantonando per un attimo quanto sono antiestetici i bidoni per la raccolta differenziata posizionati in alcuni punti di Ibla – dice ancora il candidato sindaco – c’è da segnalare che, già nel pomeriggio, i cestini per l’immondizia erano stracolmi causando i disagi che chiunque può immaginare. Durante il giorno, poi, decine e decine di auto costrette ad andar via e parecchie, invece, quelle portate via dal carro attrezzi a dimostrazione di come la carenza di posti auto e di un serio sistema di bus navetta rappresenti un danno per l’economia”.
“E’ evidente – conclude Migliore – che non c’è alcuna visione, nessuna progettualità in chiave turistica per Ragusa Ibla da parte di chi sta amministrando la città. Invito i cittadini ragusani a controllare di persona, andando a Ibla e fermandosi a parlare con i commercianti. Raccoglieranno le stesse lamentele che ho sentito io. Tutto ciò deve cambiare”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles